rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Castel Bolognese

Due ore di sgombero delle case e di ferrovia bloccata: ora la bomba non fa più paura

Domenica si sono svolte le operazioni di bonifica del sito di via Farosi, nel comune di Castelbolognese, dove è stato rinvenuto un residuato bellico di grosse dimensioni. Le operazioni sono state seguite dal Comune di Castelbolognese e realizzate a cura degli artificieri dell'8° Reggimento Genio Guastatori

Domenica si sono svolte le operazioni di bonifica del sito di via Farosi, nel comune di Castelbolognese, dove è stato rinvenuto un residuato bellico di grosse dimensioni. Le operazioni sono state seguite dal Comune di Castelbolognese e realizzate a cura degli artificieri dell’8° Reggimento Genio Guastatori “Folgore” di Legnago (Verona).

Alle 8.30 sono terminate le operazioni di evacuazione della  zona abitata interessata e sospesi i servizi pubblici di trasporto, con particolare riguardo alla linea ferroviaria. Alle ore 10.10 sono  terminate con successo le operazioni di despolettamento della bomba e riattivato il trasporto ferroviario. Sono pertanto susseguite le fasi di imbragamento e trasporto dell’ordigno presso la Cava Cà Lolli, nel Comune di Faenza.

La popolazione, residente nel Comune di Castelbolognese, interessata dalle operazioni ha potuto far rientro nelle proprie abitazioni verso le 10.35 circa, così come la ripresa della viabilità stradale e la riapertura della Stazione ferroviaria. La zona interdetta è stata precedentemente tutelate dai servizi antisciacallaggio svolti dalle forze di polizia.

Nel luogo del brillamento l’area interdetta, ricadente nel Comune di Faenza con parziali interessamenti nel Comune di Brisighella e Riolo Terme, è stata evacuata sin dalle 11. Alle ore 12.50 la bomba è stata fatta brillare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due ore di sgombero delle case e di ferrovia bloccata: ora la bomba non fa più paura

RavennaToday è in caricamento