rotate-mobile
Cronaca Brisighella

Brisighella, ampliamento del Ponte Lungo: "I lavori procedono a ritmo serrato"

“I lavori di ricostruzione e ampliamento del Ponte Lungo, alle porte di Brisighella, proseguono a ritmo serrato". E' quanto garantisce l’assessore ai lavori pubblici della Provincia di Ravenna Secondo Valgimigl

“I lavori di ricostruzione e ampliamento del Ponte Lungo, alle porte di Brisighella, proseguono a ritmo serrato". E' quanto garantisce l’assessore ai lavori pubblici della Provincia di Ravenna Secondo Valgimigli, aggiungendo che "dopo l’abbandono del cantiere da parte dell’originario appaltatore (oggi fallito) l’impresa Edilturci di Mercato Saraceno, con la Direzione Lavori dei tecnici provinciali, ha prima completato il rinforzo delle fondazioni per poi affrontare, tra l’estate 2012 e la primavera 2013, le spalle e l’imponente struttura ad arco che sostiene il piano viabile".

"Lo scorso mese di giugno è partita la ristrutturazione con allargamento dell’impalcato che ha comportato la chiusura al traffico della ex S.S. 302 rivelatasi ad oggi indispensabile per garantire la piena sicurezza delle lavorazioni - chiosa Valgimigli -. Durante quest’ultima fase la vecchia struttura in calcestruzzo armato ha riservato non poche sorprese ai tecnici e all’impresa appaltatrice. Una tra tutte: l’inattesa inconsistenza della soletta di impalcato che, inzialmente destinata a sostenere il getto della nuova soletta, si è letteralmente sfaldata man mano che veniva portata alla luce con la rimozione della pavimentazione in conglomerato bituminoso".

"Ciò ha necessariamente comportato una pesante revisione progettuale oltre a inevitabili maggiori lavorazioni con conseguente allungamento dei tempi di riapertura al traffico del ponte rispetto alle previsioni inziali di metà settembre - aggiunge l'assessore -. Ad oggi è ragionevole pensare che, all’inizio di dicembre, possa essere aperta al transito almeno una corsia di marcia; su queste previsioni, gravano incertezze meteorologiche ed eventi imprevidibili che una tale struttura può ancora manifestare. Per alleviare i disagi ai cittadini e al tessuto imprenditoriale soprattutto agricolo, la Provincia sta mettendo a punto alcune variazioni alla viabilità alternativa in occasione della campagna di raccolta del kiwi che inizierà il 19 ottobre, per consentire al traffico locale di transitare in direzione Faenza anche sulla S.P. 56 “Canaletta e di Sarna”".

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere provinciale dell'Udc, Gianfranco Spadoni: "Sono davvero indicative le questioni riferite alla ricostruzione e all’ampliamento del Ponte Lungo di Brisighella, perché rivelano tutta una serie di contraddizioni e inefficienze le quali, più in generale, sono  insite nei lavori  commissionati dall’ente pubblico. Considerato il nome del Ponte, i lavori non potevano essere certamente brevi, tuttavia si costata come il copione ormai sia sempre lo stesso. Vale a dire, si comincia dal fallimento della ditta aggiudicataria dei lavori e spesso seguito da un secondo o da più  imprese con analogo procedimento concorsuale  fallimentare, i quali bloccano letteralmente l’esecuzione delle opere".

"Nel caso specifico, anche le attività riguardanti  Ponte Lungo sono state interessate da queste procedure giudiziarie cui si aggiunge, tra l’altro, una serie di esecuzioni edili e di rifacimento strutturale  non idoneo sino ad arrivare allo sfaldamento di parte dei lavori in corso - aggiunge Spadoni -. Si creano, in altri termini, diseconomie e situazioni di probabile aggravio di spesa, inefficienze e serie incertezze sia sulla qualità dei materiali usati, sia sull’esecuzione dei lavori stessi;  il tutto a scapito della collettività in termini di denaro pubblico e di ritardi nei lavori con conseguenti disagi. In buona sostanza servono maggiori controlli per verificare l’aderenza e la conformità dei lavori ai capitolati e, inoltre,  verifiche attente e sistematiche nella progressione dei lavori".

"Non sono in dubbio la professionalità e la competenza del dirigente della Provincia né tantomeno si mettono in discussione il dinamismo e l’efficienza pragmatica dell’assessore Secondo Valgimigli, ma piuttosto si evidenzia il cronico sistema degli enti pubblici, costretti a subire ritardi, inadeguatezza nell’esecuzione dei lavori e non di rado, una scarsa appropriatezza delle opere realizzate - conclude il consigliere -. Qualche volta, oltretutto,  ci aspetteremmo anche di vedere applicato il risarcimento dei danni e la rivalsa nei confronti delle imprese responsabili di difformità e vizi dell’ opera eseguita male".        

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brisighella, ampliamento del Ponte Lungo: "I lavori procedono a ritmo serrato"

RavennaToday è in caricamento