Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

C'è anche il sale di Cervia nel panettone equo-solidale

Agli ingredienti base si affiancano i preziosi presidi Slow Food selezionati, tra i quali il sale marino artigianale delle Saline di Cervia

Mancano pochi giorni alla festa più amata da grandi e piccini e arriverà sulle tavole degli italiani il dolce simbolo del Natale: il Panettone. Il Panetùn, ovvero il Pan di Toni, è un prodotto molto apprezzato per la sua bontà, i suoi profumi, la delicata alveolatura che deriva dall’utilizzo del lievito madre. Un fulgido esempio di ricetta culinaria tipicamente italiana. L’azienda dolciaria di Castelfranco Veneto propone per il Natale 2017 il Panettone “Eccellente e Solidale” creato dai maestri pasticceri in collaborazione con la Fondazione Slow Food. Un’idea da regalare o da regalarsi, confezionato in una scatola di latta riciclabile al 100% realizzata dal Consorzio Ricrea. Agli ingredienti base si affiancano i preziosi presidi Slow Food selezionati, tra i quali il sale marino artigianale delle Saline di Cervia che proviene, secondo tradizione, dal piccolo bacino numero 89, la salina Camillone. Da quindici anni, ogni giorno, le acque di questa salina producono secondo il metodo antico un sale integrale “dolce” dalle caratteristiche superiori, perché ottenuto con acqua madre che non supera mai i 28,5 gradi Baumè (misura della densità salina dell’acqua), non essiccato artificialmente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è anche il sale di Cervia nel panettone equo-solidale

RavennaToday è in caricamento