"Il preside è gay", dal muro vandalizzato nasce un evento educativo contro ogni discriminazione

"“Ex malo bono - afferma il preside del liceo Gianluca Dradi - da un atto vandalico e stupido riusciremo, grazie alla collaborazione tra istituzioni e al coinvolgimento degli studenti, a costruire un evento educativo"

Il liceo scientifico Oriani, l’assessorato alla Pubblica istruzione del Comune e la Provincia, proprietaria dell’edificio, lanciano una call for street artist per realizzare un murales sul muro della palestra della scuola danneggiato da una scritta discriminatoria la scorsa primavera. "L’obiettivo - sostiene l’assessore Ouidad Bakkali - è quello di realizzare un'opera d'arte in opposizione al gesto vandalico per promuovere e diffondere in chiave estetica valori positivi di inclusione, solidarietà, pacificazione e condivisione sociale. Riteniamo che l’espressione artistica sia tra gli strumenti migliori per contrastare il pregiudizio e la discriminazione".

"“Ex malo bono - afferma il preside del liceo Gianluca Dradi - da un atto vandalico e stupido riusciremo, grazie alla collaborazione tra istituzioni e al coinvolgimento degli studenti, a costruire un evento educativo che ci consentirà di iniziare il prossimo anno scolastico con un forte messaggio di tolleranza e rispetto delle diversità”. Il tema del murales, inteso al superamento dell’omofobia e di ogni discriminazione specie nelle relazioni affettive, è stato individuato e scelto dagli studenti del liceo durante un'assemblea partecipata da tutti i rappresentanti di classe. La call chiuderà il 20 luglio, così da lasciare spazio al lavoro della commissione composta da tecnici ed esperti che selezionerà il vincitore.

L'opera verrà realizzata tassativamente il 16 settembre, primo giorno di scuola, durante un momento inaugurale con eventi pop up realizzati dagli studenti. La superficie muraria interessata, in via Oberdan, è delle dimensioni di 21 metri di larghezza e 4 di altezza e l’intervento artistico dovrà adattarsi al materiale della superficie in mattoni faccia vista. La partecipazione alla call è libera. Possono partecipare singoli artisti o gruppi di artisti creativi che abbiano compiuto i 18 anni. Ogni soggetto o gruppo è ammesso a partecipare con una sola opera, inedita e mai realizzata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli artisti stessi saranno garanti dell’autenticità dell’opera. I lavori, da pervenire entro le ore 24 del 20 luglio, dovranno essere inseriti, insieme al modulo di adesione compilato e firmato,  in una cartella nominata con le generalità del singolo artista e inviati a giovani@comune.ravenna.it Il vincitore sarà proclamato entro la metà del mese di agosto attraverso comunicazione via e-mail e pubblicazione sui siti del comune e del liceo scientifico. Il Comune corrisponderà al vincitore un premio di 1000 euro e sosterrà le spese per la realizzazione del murales e per l’alloggio, mente il vitto e le spese di viaggio saranno a carico dell’artista. Per ulteriori informazioni e chiarimenti sulla call inviare una mail a giovani@comune.ravenna.it oppure telefonando al numero 366/6241791.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

  • Schianto tra auto all'incrocio: due donne finiscono in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento