rotate-mobile
Cronaca

La Camera di commercio partecipa al progetto “Ravenna città amica delle donne”

"Questa iniziativa - ha detto Natalino Gigante - vuole sottolineare la grande ricchezza di Ravenna quale punto di riferimento per l'arte musiva nel mondo"

Anche la Camera di commercio di Ravenna ha aderito al progetto dell'Associazione Linea Rosa “Ravenna città amica delle donne - I fiori di Ravenna”, realizzato con il contributo della Cna ravennate e del Centro Internazionale di Documentazione sul Mosaico del MAR, che prevede l'esposizione, fuori dagli edifici pubblici e residenziali, di una targa in mosaico recante l'immagine di un fiore a calice, simbolo dell'attenzione della città al problema della violenza contro le donne.

Lunedì è stato collocato nella sede di Viale Farini  l’opera dell'artista Barbara Liverani: un fiore stilizzato, formato da una sola linea continua che disegna petali e foglie su un solare fondo arancione. Erano presenti alla cerimonia - oltre al presidente dell'Ente camerale Natalino Gigante, ai componenti la Giunta, al segretario generale Paola Morigi e al vice segretario Maria Cristina Venturelli - la presidente di Linea Rosa Alessandra Bagnara insieme a Gabriella Mazzotti, la presidente della Commissione camerale per lo sviluppo dell'imprenditoria femminile Graziella Benini e l'artista che ha realizzato la formella, Barbara Liverani.

“Questa iniziativa - ha detto Natalino Gigante - vuole sottolineare la grande ricchezza di Ravenna quale punto di riferimento per l’arte musiva nel mondo, ma anche quale esempio di solidarietà e volontariato: l'obiettivo infatti è quello di vedere nelle case, nelle imprese e nei luoghi pubblici una di queste targhe, simbolo di Ravenna città del mosaico e città amica delle donne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Camera di commercio partecipa al progetto “Ravenna città amica delle donne”

RavennaToday è in caricamento