rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Cronotachigrafi taroccati, arriva il "Police Controller"

Scoperto dalla Polizia Stradale di Ravenna un escamotage per taroccare i dati che vengono registrati dai cronotachigrafi digitali installati all'interno dei mezzi speciali

Scoperto dalla Polizia Stradale di Ravenna un escamotage per taroccare i dati che vengono registrati dai cronotachigrafi digitali installati all'interno dei mezzi speciali. Tutto è partito da un semplice controllo svolto sull'Adriatica nel corso del quale è stato fermato un camion greco proveniente da Venezia. L'autotrasportatore aveva disattivato il dispositivo con un semplice filo di rame. Ora la PolStrada può scoprire i trasgressori grazie all'uso di un software chiamato Police Controller.

Cronotachigrafi taroccati, arriva il "Police Controller"



Con l'uso di un cavo e di un computer i poliziotti possono verificare il rispetto della velocità, dei tempi di riposo del conducente e di guida. Qualora il cronotachigrafo venisse manomesso, il software evidenzia un'anomalia. A quel punto i poliziotti possono avviare le indagini del caso per accertare come il cronotachigrafo digitale è stato manomesso. Modificare l'uso del dispositivo può influire sulla sicurezza dei mezzi, in particolar compromettendo la funzionalità dell'Abs in frenata.

Dall'inizio dell'anno la PolStrada hanno accertato 28 casi manomissioni di cronotachigrafi, 13 delle quali fatte da italiani. Sono invece 298 i casi in cui non sono stati rispettati i tempi di guida. Verificate anche 193 falsificazioni di documenti e 52 casi di abusivismo. Taroccare i dati possono costare al camionista oltre alla sanzione amministrativa la sospensione della patente da 15 a 30 giorni. Le aziende, qualora venisse accertata loro responsabilità, rischiano sanzioni penali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cronotachigrafi taroccati, arriva il "Police Controller"

RavennaToday è in caricamento