rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Faenza / A14

Manomette i dati del cronotachigrafo per evitare il riposo: camionista nei guai

Gli agenti hanno controllato i "dischi" del del cronotachigrafo dell'autoarticolato, appartenente ad una società veneta, per i quali sorgevano dubbi sulla correttezza dei dati impressi

Falsificava i "dischi" del cronotachigrafo digitale per non effettuare le soste di riposo . Un autotrasportatore senegalese è stato denunciato a piede libero dalla Polizia Stradale di Faenza nel corso di un servizio di controllo effettuato martedì mattina lungo il tratto faentino dell'A14. IN particolare, gli agenti hanno controllato i "dischi" del del cronotachigrafo dell'autoarticolato, appartenente ad una società veneta, per i quali sorgevano dubbi sulla correttezza dei dati impressi.

Utilizzando i nuovi strumenti, idonei ad evidenziare le falsificazioni cartacee, sono emerse delle impercettibili correzioni che facevano falsamente risultare effettuati i turni di riposo dalla guida. Con i 21 dischi contraffatti sequestrati, il conducente senegalese residente a Bergamo, era riuscito a far risultare oltre i “riposi” anche una ridotta percorrenza chilometrica. Infatti, con tale sistema si era “scontato” ben 600 chilometri di guida. La gravità del fatto ha imposto la denuncia penale per la violazione, con pena detentiva da sei mesi a cinque anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manomette i dati del cronotachigrafo per evitare il riposo: camionista nei guai

RavennaToday è in caricamento