Camionista rubava poco alla volta dal carico: arrestato col minimarket in casa

Un 32enne originario della Moldavia, autotrasportatore per conto di un'azienda di stoccaggio e distribuzione merci puntualmente faceva "sparire" qualche scatolone

Un 32enne originario della Moldavia e residente a Imola, autotrasportatore per conto di un’azienda di stoccaggio e distribuzione merci che ha sede nel ravennate, puntualmente faceva “sparire” qualche scatolone di prodotti prima di consegnare il carico a destinazione. All’alba di giovedì mattina è stato scoperto grazie al colpo d’occhio di due carabinieri del nucleo radiomobile di Faenza che lo hanno “pizzicato” mentre stava caricando la merce rubata sulla propria auto per portarsela a casa, aiutato dal fratello.

Il dipendente infedele aveva parcheggiato la sua auto in una zona defilata poco distante dal casello autostradale di Faenza e con l’aiuto del fratello stava caricando sull’auto alcuni cartoni di prodotti alimentari che si trovavano nascosti dietro una siepe. i militari dell’arma si sono insospettiti ed hanno deciso di fare un controllo trovandogli sull’auto numerose confezioni di succhi di frutta ed alimenti in scatola nonché una decina di profumatori per autovetture. si trattava di prodotti ancora imballati in quanto evidentemente destinati a qualche grossista.

I due fratelli, originari della moldavia, sono stati identificati e portati in caserma. dagli accertamenti sul loro conto è emerso che il 32enne aveva un regolare contratto di lavoro con una ditta di trasporto merci del ravennate, il fratello 26enne invece aveva con sé soltanto il passaporto ed ha dichiarato di essere residente in Moldavia. Il datore di lavoro del 32enne, contattato dai carabinieri per verificare l’integrità della merce che lui aveva scaricato poche ore prima in deposito, ha confermato che mancavano proprio i prodotti ritrovati sulla sua auto, del valore complessivo di circa 1000 euro.

A quel punto è scattata la perquisizione domiciliare. nell’abitazione dell’uomo a Imola, i carabinieri hanno trovato nel suo garage un vero e proprio “mini market” di merce rubata: numerose bottiglie di vini e spumanti pregiati, vari super alcolici, utensili, abbigliamento e scarpe sportive per adulti e bambini, elettrodomestici per la cucina ed articoli casalinghi ma soprattutto generi alimentati di ogni tipo (pasta, alimenti in scatola, dolciumi, olio extra vergine di oliva, prodotti da forno, caffè, ecc. ecc.). sono state ritrovati anche colli di piastrelle in gres porcellanato nonché alcune taniche contenenti centro litri di gasolio per autotrazione.

L’autotrasportatore moldavo aveva escogitato un metodo “collaudato”: prima di scaricare il carico di merce nel magazzino della ditta per lo stoccaggio, l’uomo raggiungeva un luogo isolato e rubava piccole partite di prodotti per non farsi scoprire, poi con la complicità del fratello li portava a casa sua. Così facendo, viaggio dopo viaggio, aveva riempito il garage di merce di ogni tipo che molto probabilmente avrebbe spedito in Moldavia dove sicuramente sarebbe finita nelle mani di ricettatori appartenenti al “giro” del mercato nero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il valore complessivo di tutta la merce recuperata dai carabinieri nel garage dei due moldavi è superiore agli ottomila euro, già restituita alla ditta di trasporti. I due sono così stati arrestati per furto aggravato in concorso con l’avallo del pubblico ministero di turno Antonio Bartolozzi della procura della repubblica di Ravenna. Venerdì il giudice Milena Zavatti ha convalidato l'arresto e tutte le attività svolte dai carabinieri, dopodichè ha concesso i termini a difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento