Cronaca

Un pellegrinaggio verso Roma per portare il sale di Cervia a Papa Francesco

11 le giornate di cammino attraverso gli Appennini e 10 le tappe per giungere alla meta e consegnare insieme al sindaco Massimo Medri il sale dolce di Cervia a Papa Francesco

Nato nel 2017, il Cammino del Sale è già diventato un appuntamento molto importante fra le iniziative dedicate alla tradizione e al sale di Cervia. Il percorso che si svolge lungo la via Romea Germanica è organizzato dal gruppo culturale Civiltà Salinara insieme al Circolo Culturale Clodovea di Savio e all’Associazione Via Romea Germanica. 11 le giornate di cammino attraverso gli Appennini e 10 le tappe per giungere alla meta e consegnare insieme al sindaco Massimo Medri il sale dolce di Cervia a Papa Francesco.

Sabato 28 settembre la partenza da Cervia. Alle 9.00 l’appuntamento è alla torre San Michele da cui il corteo dei pellegrini con i salinari e il carriolo carico di sale si avvierà verso Piazza Garibaldi. Qui il saluto delle autorità e la benedizione del sale alla presenza del sindaco e di don Pierre Cabantous. Presenti quest’anno anche l’assessore Evelyne Sotin di La Baule/Francia. che con Cervia ha stretto un patto di amicizia. Di seguito il gruppo partirà alla volta della Pieve di Santo Stefano a Pisignano per poi proseguire per Forlimpopoli dove incontrerà gli amministratori. Proseguirà poi alla volta di Bertinoro meta finale della prima giornata del cammino. Chi vuole unirsi al gruppo in questa giornata di cammino può farlo concordando la presenza con gli organizzatori ( 3475456473-3403751735)

Il gruppo giungerà a Roma per consegnare il sale il giorno mercoledì 9 ottobre. L’omaggio al Papa del salfiore di Cervia iniziò quando il cardinale Pietro Barbo (diventato poi papa Paolo II) divenne vescovo di Cervia nel 1444. La tradizione venne sospesa nel 1870, in seguito agli eventi della breccia di Porta Pia, che interruppero i rapporti diplomatici tra il Vaticano e l’allora giovane Regno d’Italia. Il cardinale Pietro Barbo aveva pensato di inviare il salfiore a papa Eugenio IV (al secolo Gabriele Condulmer, zio del Barbo per parte di madre) per ringraziarlo della nomina a vescovo di Cervia, allora ricca diocesi, proprio per la produzione del sale, dello Stato Pontificio. La tradizione della consegna del sale in Vaticano è ripresa nel 2003, grazie anche all’interessamento del cervese monsignor Mario Marini, segretario aggiunto della Pontificia Commissione Ecclesia Dei. Il pellegrinaggio verso Roma è diventato anche motivo di vista alla capitale con una gita organizzata che permetterà di vedere Roma e di assistere alla consegna del sale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pellegrinaggio verso Roma per portare il sale di Cervia a Papa Francesco

RavennaToday è in caricamento