La Regione in prima fila contro la lotta all'abusivismo commerciale

"Liberi dall'abusivismo. Insieme, diciamo "no" all'illegalità e al crimine, "sì" alla sicurezza e alla salute", è lo slogan scelto per la campagna

Presentata al Magazzino del sale "Torre" di Cervia la campagna contro l’abusivismo commerciale promossa dalla Regione Emilia-Romagna e realizzata d’intesa con le Prefetture e in sinergia con le istituzioni e le associazioni di categoria, che ha l’obiettivo di sensibilizzare i residenti e i turisti della riviera romagnola per disincentivare gli acquisti da operatori abusivi. “Liberi dall’abusivismo. Insieme, diciamo "no" all’illegalità e al crimine, "sì" alla sicurezza e alla salute”, è lo slogan scelto per la campagna.

"L’obiettivo è lanciare segnali forti sia sotto l’aspetto economico, per contrastare il commercio illegale, sia sul versante sociale, per il rispetto di quelle persone, ultimo anello della catena, abusate e sfruttate da parte delle organizzazioni criminali - affermato l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini -. Infatti, si legge nel dépliant della campagna, gli abusivi sono la pedina più esposta e più debole della rete dell’illegalità e  dell’economia criminale".

"L’abusivismo commerciale danneggia l’economia legale, incoraggia l'evasione fiscale e il lavoro nero e lede  l’immagine turistica della riviere romagnola - ha proseguito Corsini -. Per questi motivi  è prevista una sanzione, a partire da 25 euro,  per chi acquista prodotti o servizi abusivi. Con la campagna contro l’abusivismo, le forze dell'ordine e tutte le istituzioni  impegnate a contrastare il fenomeno cercano alleati nei cittadini e nei turisti, invitandoli a non acquistare merce abusiva e segnalando traffici e azioni illegali alle autorità competenti".

“Da tempo e con diverse e continue iniziative - ha esordito Roberto Manzoni, presidente provinciale Confesercenti Ravenna - la nostra Associazione ha evidenziato il grave problema dell’abusivismo commerciale in particolare nel periodo estivo sulla costa con tutte le sue ripercussioni negative, sollecitando azioni a mare e a monte contro questo fenomeno pervasivo. Come abbiamo sottolineato anche in un recente Libro Verde presentato pubblicamente, l’abusivismo è una piaga non solo dal punto di vista dell’evasione fiscale, dell’elusione della legalità e della sicurezza per il consumatore, ma specialmente in tempi di crisi dei consumi, è il peggior strumento di concorrenza sleale, che mina profondamente la sussistenza delle imprese oneste e legali, aumentandone la mortalità e disgregando il tessuto imprenditoriale e sociale. L’abusivismo è parte importante del più complesso fenomeno dell’illegalità nel territorio. Quest’anno registriamo con favore, e ne diamo atto, importanti impegni e risposte da parte delle nostre autorità".

"Dopo le iniziative assunte insieme nelle scorse settimane nelle realtà di Rimini, Forlì-Cesena e Ferrara, dopo l’innovativo accordo sottoscritto l’11 maggio a Ravenna su iniziativa del Prefetto e con il concorso dei Comuni di Cervia e Ravenna e delle Forze dell’ordine, e la collaborazione di associazioni e Camera di Commercio, accordo che tra gli altri vede già la presenza della vigilanza nei lidi e sulla spiaggia e registra i primi riscontri, ora anche la Regione, su iniziativa del presidente Bonaccini e dell’assessore Regionale al commercio Corsini, raccogliendo una delle proposte avanzate durante un incontro avuto nelle scorse settimane a Bologna, ha assunto e presentato a Cervia l’importante iniziativa di promuovere e sostenere su tutta la costa la stessa campagna di sensibilizzazione messa in atto a Ravenna e Cervia, con un messaggio forte e diretto, rivolta alla cittadinanza e ai turisti sul fenomeno, affinché non lo si alimenti attraverso gli acquisti dagli abusivi (oltre che per non incorrere nelle sanzioni) e segnalando invece gli episodi di illegalità", ha aggiunto Manzoni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La spiaggia non può essere trasformata in un mercato dell’illegalità e della sua tolleranza - ha aggiunto -. Queste iniziative, cui abbiamo collaborato con convinzione, rispondono alle nostre aspettative e testimoniano una nuova e forte attenzione delle autorità contro l’abusivismo. È importante che si affermi una diffusa cultura e pratica della legalità allargandosi a tutte le realtà sociali, culturali del territorio.  Manteniamo il nostro impegno contro il fenomeno anche monitorandolo, ma oggi annotiamo e sottolineiamo queste importanti iniziative, con l’auspicio di avviare e scrivere definitivamente una pagina nuova nel nostro territorio, pagina che ha bisogno di continuità e che avrà bisogno della parte nazionale e non solo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto all'incrocio: Adriatica chiusa per ore, traffico in tilt

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Scoppia un incendio nella notte: evacuati i residenti di tre condomini

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento