menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camping Bisanzio, Lega: "Area a rischio abbandono, pericolo per l'economia locale"

A dirlo è il segretario nazionale della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, che evidenzia quali potrebbero essere i problemi dopo la revoca della concessione e la chiusura della storica struttura ricettiva

“Irresponsabile non concedere una deroga per la corrente stagione”. A dirlo è il segretario nazionale della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, che dopo la revoca della concessione e chiusura della storica struttura ricettiva invita il sindaco Michele De Pascale a “valutare ogni azione possibile per consentire una rapida riapertura del camping Bisanzio di Lido di classe, perlomeno in questa fase transitoria, a stagione già avviata, e nelle more del rilascio di una successiva e condivisa autorizzazione”. Morrone, oltre a contestare “il metodo adottato dal sindaco che in queste settimane si è mosso in sordina senza interloquire con pro loco e residenti”, manifesta preoccupazione per “i termini perentori contenuti nel provvedimento dell’amministrazione ravennate" che ha disposto la revoca della concessione, lo sgombero e la demolizione delle strutture insistenti nell’area entro il prossimo 25 giugno. "Auspico un ripensamento da parte di De Pascale” - continua il segretario del Carroccio – “mettere i sigilli al camping Bisanzio significherebbe arrecare un danno inestimabile, in termini di presenze e indotto, all’intera località balneare di lido di classe. Per non parlare di chi, in questi anni, ha investito tempo e denaro nella riqualificazione e nell’attrattività della zona e che adesso vede sfumare i propri sforzi senza nemmeno avere il tempo di fare le valigie”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento