Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

"Prima ci portano via il camping, poi la spiaggia libera: stanno uccidendo il turismo"

Il presidente della Pro Loco: "Da diversi giorni la Forestale ha iniziato a tagliare e rimuovere rami e tronchi con cui i turisti costruiscono le "capanne". Siamo amareggiati"

"Prima ci portano via il camping, ora anche la spiaggia libera: se vogliono fare morire il nostro turismo, che lo dicano subito". E' preoccupato Terzino Giorgini, presidente della Pro Loco di Lido di Classe, che venerdì mattina ha indetto una riunione, a cui hanno partecipato cittadini e operatori del turismo, per discutere di un problema che sta mettendo in apprensione i residenti della località balneare. "Siamo tutti amareggiati per il futuro della spiaggia libera. Da sempre tantissimi turisti e residenti passano le loro giornate in questa zona, costruendo le famose "capanne" con l'ausilio di arbusti e teli. Da diversi giorni, però, la Forestale ha iniziato a tagliare e rimuovere rami e tronchi, impedendo così ai bagnanti di costruirsi un riparo dal caldo e dal sole almeno nelle ore più calde. Perchè sta succedendo? Che fastidio danno queste persone?".

Il presidente non si da pace. "Qui le cose non vanno bene per niente. Siamo uno dei lidi più belli della costa ravennate, ma il campeggio non ce l'abbiamo più, la spiaggia libera ce la stanno portando via, le zone verdi non vengono curate, il centro sportivo è ridotto malissimo. Perchè non veniamo considerati? Siamo forse un turismo da serie B? Noi amiamo e rispettiamo la natura e l'ambiente, ma viviamo di turismo, non abbiamo altre risorse, e qua si sta facendo di tutto per mandare via i turisti. Qualche bagnante ha riferito alla Pro Loco di aver chiesto agli operatori della Forestale il perchè di quest'azione, ma hanno risposto solo che loro eseguono ciò che gli viene detto dall'alto. Se esiste davvero un'ordinanza vogliamo vederla, perchè va sicuramente migliorata. Chiederemo spiegazioni al sindaco e agli assessori di competenza. Non vogliamo creare problemi, ma risolvere questa situazione con rispetto e serietà. Avevamo molta fiducia in quest'amministrazione così giovane, speravamo in una solida collaborazione, ma veniamo continuamente allontanati. Noi non vogliamo male a nessuno, ma sembra che, al contrario, a noi ci vogliano male".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prima ci portano via il camping, poi la spiaggia libera: stanno uccidendo il turismo"

RavennaToday è in caricamento