rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Capitale Europea della Cultura 2019, Ravenna attende il verdetto finale

Ravenna venerdì mattina affronterà l'ultima prova davanti alla Commissione che dovrà decidere quale dei sei città finaliste sarà assegnato il titolo

Conto alla rovescia per l'assegnazione della Capitale europea della Cultura nel 2019. Ravenna venerdì mattina affronterà l'ultima prova davanti alla Commissione che dovrà decidere quale dei sei città finaliste sarà assegnato il titolo. "Attorno alle 17, ma non c'è certezza sull'orario, sapremo se cadremo in piedi oppure se Ravenna sarà Capitale - afferma il sindaco Fabrizio Matteucci -. Il progetto di candidatura è stato ampiamente condiviso dalla città e dalla Romagna".

"E' stato costruito attraverso il contributo di migliaia di cittadini: in questo sta il suo  principale valore e la sua forza - chiosa il primo cittadino -. Vogliamo condividere con voi anche le ultimissime fasi di questo percorso. Venerdì pomeriggio, nella sala pre-consigliare  del municipio,  dalle 16,30 sarà allestito un grande schermo per la diretta streaming della proclamazione della città vincitrice resa possibile dal segnale di RavennaWebTv. Io sarò a Roma. Ad accogliervi ci saranno diversi Assessori".

La delegazione ravennate che sosterrà a Roma l'audizione finale per la Capitale Europea della Cultura 2019 è partita giovedì pomeriggio: l'appuntamento, un vero e proprio "esame orale", è alle 9 nella sede del Ministero per i beni culturali (Mibact), dove l'attende la Giuria internazionale. Lo svolgimento dell'audizione, che sarà a porte chiuse, è rigidamente regolamentato: nei giorni scorsi si è dovuto comunicare i nomi delle persone - massimo dieci - che entreranno; inoltre i tempi sono prefissati.

I primi 30 minuti per presentare il progetto, gli altri 60 per rispondere alle domande della Commissione, composta da 13 membri (7 stranieri, nominati dalle istituzioni europee, e 6 italiani, nominati dal Governo). Compongono la delegazione ravennate il sindaco Matteucci, il coordinatore della candidatura Alberto Cassani, la project manager Nadia Carboni, la responsabile eventi Marcella Montanari, il responsabile comunicazione Alberto Marchesani, Chris Angiolini e Lorenzo Donati responsabili del programma artistico-culturale, Sara Gini di "V!RA2019", Carlotta Taroni del "Social Media Team" e il fumettista Gianluca Costantini per un intervento di "facilitazione grafica".

Venerdì a Roma saranno presenti anche l'assessore alla cultura Ouidad Bakkali, il direttore generale del Comune Carlo Boattini, la responsabile amministrativa di Ravenna2019 Cristina Calandrini. Dopo Ravenna toccherà a Siena, poiché le città sono state convocate in ordine alfabetico, quindi i giurati si ritireranno per la decisione. Il Mibact informa che la comunicazione del verdetto sarà « orientativamente dopo le ore 17» e che "mon è possibile fornire un orario certo" poiché dipende da quando termineranno i lavori della Commissione. All'annuncio del presidente Green sarà presente il ministro Dario Franceschini.

LEGA - Una firma per sostenere Ravenna nella sua corsa a capitale europea della cultura. Alan Fabbri, candidato presidente della Regione per Lega Nord e Forza Italia ha sottoscritto giovedì mattina il proprio sostegno alla candidatura della città romagnola, tra i primi atti della sua campagna elettorale. “L’Emilia Romagna merita di vedere una propria città gioiello ai vertici europei per storia, tradizioni e patrimonio - dice -. Ravenna capitale europea della cultura sarebbe, oltre che un riconoscimento sacrosanto, un importante fattore di sviluppo e un’opportunità per turismo, cultura, immagine, patrimonio”. Chiediamo a Bruxelles di “dare a questa terra, tanto dimenticata dalle istituzioni centrali, quanto merita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitale Europea della Cultura 2019, Ravenna attende il verdetto finale

RavennaToday è in caricamento