rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Russi / Corso Luigi Carlo Farini

Vagava nel cuore della notte e al freddo: soccorso bimbo di 3 anni

Alla fine della vicenda la mamma ha potuto riabbracciare il piccolo, ringraziando i Carabinieri di averle riportato il bambino; la posizione della donna al momento non dovrebbe implicare strascichi penali

Potenzialmente poteva essere il principio di una storia drammatica, invece si è risolto tutto per il meglio grazie ad una pattuglia dei Carabinieri che avvistato il piccolo in giro da solo; è stato riaffidato alla madre ignara dell’episodio. I militari della stazione di Russi erano impegnati in un servizio notturno di perlustrazione del territorio e come di consueto si stavano accingendo a percorrere le strade del comune tenendo gli occhi aperti per vigilare sul riposo dei cittadini.

All’improvviso hanno visto pararsi davanti a loro una figura assolutamente fuori luogo per le circostanze. Si trattava di un bambino di soli 3 anni, in pigiama e scalzo che si aggirava per il paese, all’altezza di Piazza Farini; immediatamente i Carabinieri lo hanno soccorso, viste anche le temperature non proprio primaverili della trascorsa notte. Dopo aver rifocillato il bambino ed aver appurato che non vi fossero adulti nelle vicinanze, i militari hanno cercato di fare qualche domanda al piccolo per poter capire come mai si trovasse lì; effettivamente sono bastate pochissime domande, unite alla profonda conoscenza del territorio, per far comprendere alla pattuglia da dove fosse scappato e di chi fosse figlio.

Gli accertamenti successivi hanno portato a ricostruire la vicenda e riportare il bambino a casa; quando i Carabinieri hanno suonato al campanello dell’abitazione, la madre è rimasta sotto shock, convinta di aver messo il figlio a letto e che si trovasse ancora lì a dormire. Il bambino evidentemente si deve essere svegliato dal sonno e non avendo trovato la compagnia della madre, che dormiva in un’altra stanza, l’ha cercata per casa senza risultati.

Successivamente si è recato alla porta di casa che, complice un malfunzionamento certificato dai Carabinieri stessi, si è spalancata, lasciando che il bambino uscisse in strada. Vista l’età, risulta impossibile dire se il piccolo sia uscito per andare a cercare la mamma in qualche posto di sua conoscenza o semplicemente sia stato incuriosito da una circostanza per lui sconosciuta: il pericolo passato è stato enorme, sia per la potenziale presenza di qualche malintenzionato o anche semplicemente per tutte le insidie rappresentate da una strada di campagna in piena notte per un bambino di tre anni.

Alla fine della vicenda la mamma ha potuto riabbracciare il piccolo, ringraziando i Carabinieri di averlo riportato; la posizione della donna al momento non dovrebbe implicare strascichi penali, atteso che il malfunzionamento alla maniglia della porta è stato riscontrato ed anche con una mandata a chiave è risultata di facile apertura. Ciò che più conta è che tutto si sia risolto nel migliore dei modi, nonostante il grandissimo pericolo scampato, evitato dagli occhi vigili della pattuglia dei Carabinieri di Russi.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vagava nel cuore della notte e al freddo: soccorso bimbo di 3 anni

RavennaToday è in caricamento