Carenza di personale nei Vigili del fuoco, la Cgil: "A rischio collasso"

A segnalarlo è il coordinamento provinciale della Cgil: "Oltre alla sicurezza dei Vigili del fuoco, è in ballo la difesa dei cittadini"

"Carenza di organico da tempo nei Vigili del fuoco del comando di Ravenna": a segnalarlo è il coordinamento provinciale della Cgil. "Secondo le disposizioni centrali, il nostro comando prevede un totale di 128 vigili, 72 qualificati tutti non specialisti - si legge in una nota inviata al Comandante provinciale dei Vigili del fuoco Ermanno Andriotto e al direttore regionale Marco Ghimenti - In base al nuovo ordinamento i qualificati salgono di 2 unità rispetto al vecchio assetto, che devono ancora essere inserite in organico. Sapendo che Lugo e Faenza sono classificati SD3, quindi con 24 vigili, 10 qualificati per distaccamento, e Cervia SD2 con 20 vigili e 10 qualificati, si evince che il comando centrale ha a disposizione solo 60 vigili da dividere su 4 turni, cioè 15 vigili a turno e circa 42 qualificati, 10 per 2 turni e 11 per altri 2 turni, per un totale di 25/26 presenze teoriche (dati stimati)".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il totale delle mancanze a livello provinciale, secondo il sindacato, sarebbe di 15 vigili e 14 qualificati. "Senza contare mobilità nazionali in itinere (6 in uscita 3 in entrata) e assegnazioni ad altri incarichi di personale operativo, più due qualificati da inserire in base al nuovo ordinamento - continuano dalla Cgil - Visto il rendiconto del personale chiediamo che si attivino immediatamente tutte le procedure per far arrivare il personale con le prime assegnazioni possibili (86esimo corso per i vigili e concorso cs2019 per i qualificati) e di far innalzare il numero dei vigili da 128 ad almeno 148 e di qualificati da 72 a 80. Chiediamo inoltre un aumento delle percentuali di ore qualificati e autisti alla luce delle carenza evidenziate. Considerato che le assenze a livello provinciale non devono superare il 32,5% dell'organico totale e che la sede centrale deve avere un numero minimo di 12 unità (come da accordi locali), togliendo capoturno e due operatori di sala operativa, appare evidente che diventa utopistico incastrare la turnazione quando tutti sono presenti, figurarsi se qualcuno si ammala o si assenta per qualsiasi fattispecie. La macchina operativa rischia di collassare alla prima difficoltà! Se non è collassata fino ad oggi è grazie al magnifico lavoro di tutti i capiturno e del personale che rientra dalle ferie e dai salti dandosi disponibile volontariamente. Oltre alla sicurezza dei Vigili, è in ballo la difesa dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Laura, unico caso di Coronavirus a Bagnara: "Il tampone era negativo, l'ho scoperto col test sierologico"

Torna su
RavennaToday è in caricamento