rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca Solarolo

Caro bollette, la 'ricetta' di Solarolo: lampioni meno luminosi e uffici comunali accorpati su un solo piano

Per Natale, verrà allestita l'illuminazione natalizia esclusivamente in Piazza Gonzaga, Piazza Garibaldi e Corso Mazzini, sempre con luci a basso consumo, ma riducendo le ore di funzionamento

Anche il Comune di Solarolo corre ai ripari per il caro bollette. In merito all’illuminazione pubblica, il Comune per il momento ha valutato di contenere il consumo di energia elettrica adottando alcuni accorgimenti, quali la riduzione dell'intensità luminosa di alcuni impianti di illuminazione pubblica nelle fasce orarie con traffico limitato, lo spegnimento dei fari in corrispondenza delle mura storiche e facciate di edifici pubblici, lo spegnimento anticipato di alcuni tratti di pista ciclabile. Verranno esclusi da tali provvedimenti i lampioni situati su tratti di strada in corrispondenza di incroci, curve pericolose, ponti e cavalcavia. Le caratteristiche di alcuni impianti di illuminazione pubblica di modesta dimensione non consentono di adottare la riduzione dell'intensità luminosa, mentre per altri di recente realizzazione non è necessario alcun accorgimento in quanto i corpi illuminanti a led sono già a basso consumo.

Per le feste natalizie, come da tradizione verrà allestito l'albero di Natale donato dai gemelli tedeschi di Kirchheim Am Ries, illuminato con collane luminose a led e spento all'01:30. Inoltre, verrà allestita l'illuminazione natalizia esclusivamente in Piazza Gonzaga, Piazza Garibaldi e Corso Mazzini, sempre con luci a basso consumo, ma riducendo le ore di funzionamento.

Per quanto riguarda il riscaldamento di edifici comunali, scuole e palestre, il Comune di Solarolo si atterrà fedelmente alle direttive impartite dal Governo, con una riduzione delle temperature impostate che interesserà tutti gli edifici. Si è inoltre dato il via alla ricollocazione degli uffici Comunali che porterà ad occupare solo il primo piano del Palazzo Comunale, risparmiando quindi sia energia elettrica, ma soprattutto sul riscaldamento del piano terra.

Sono stati stanziati circa 15.000 euro a sostegno delle società sportive che operano su strutture Comunali e che ne gestiscono illuminazione e riscaldamento al fine di garantire la continuità delle attività sportive stesse. Per quanto riguarda il quadro generale, si attendono le decisioni del Governo per valutare se saranno possibili altri interventi in tutte le direzioni necessarie. L’amministrazione comunale si augura che non siano necessarie maggiori restrizioni per salvaguardare il Bilancio Comunale e dichiara l’intenzione di proseguire nella programmazione di nuovi interventi per ammodernare l’illuminazione pubblica verso un sempre più alto grado di efficienza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, la 'ricetta' di Solarolo: lampioni meno luminosi e uffici comunali accorpati su un solo piano

RavennaToday è in caricamento