Bagnacavallo, partirà a breve la sperimentazione della carta d'identità elettronica

Il Comune di Bagnacavallo avvierà inoltre a breve la sperimentazione della carta d'identità elettronica.

Il sindaco Eleonora Proni e il responsabile dei Servizi Demografici del Comune di Bagnacavallo, Romano Minardi, hanno incontrato in Municipio nella mattinata di martedì scorso una delegazione del Ministero dell'Interno e dell'Agid (Agenzia per l'Italia Digitale) per la verifica dello stato di attuazione del programma di gestione dell'Anpr, l'Anagrafe nazionale della popolazione residente. Bagnacavallo è infatti uno dei Comuni pilota scelti a livello nazionale per testare il funzionamento dell'Anpr, che prenderà il posto delle oltre ottomila anagrafi dei Comuni italiani, costituendo un riferimento unico per la pubblica amministrazione, le società partecipate e i gestori di servizi pubblici. 

La delegazione ha potuto verificare con soddisfazione l'importante lavoro svolto dal Comune per essere in grado di partire al più presto – anche nella prospettiva, entro il 2018, dell’Anpr ampliata  allo stato civile e alla leva – con quello che è considerato dal Governo un progetto strategico per la realizzazione dell'Agenda Digitale Italiana. Il Comune di Bagnacavallo avvierà inoltre a breve la sperimentazione della carta d'identità elettronica.

"Abbiamo molto apprezzato la vicinanza istituzionale manifestata dal Ministero dell’interno e dall’Agid - ha sottolineato il sindaco Proni scrivendo a Elisabetta Belgiorno, capodipartimento per gli Affari interni e territoriali del Ministero dell'Interno e ad Antonio Samaritani, direttore dell'Agid - con la visita a Bagnacavallo dei vostri rappresentanti, nel segno di una efficace collaborazione fra amministrazioni centrali e autonomie locali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con l'Anpr si realizzerà un'unica banca dati con le informazioni anagrafiche della popolazione residente a cui faranno riferimento non soltanto i Comuni, ma l'intera pubblica amministrazione e tutti coloro che sono interessati ai dati anagrafici, in particolare i gestori di pubblici servizi.  Una volta a regime, l'Anpr consentirà la realizzazione della carta d'identità elettronica e del domicilio digitale, dando modo all'Italia di allinearsi agli standard europei quanto a digitalizzazione della pubblica amministrazione. I certificati e le visure anagrafiche potranno essere richiesti dai cittadini in qualsiasi Comune e non soltanto presso quello di residenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento