Cronaca Cervia

'Porti aperti o morte', la provocazione artistica di Eron a Cervia. La Lega: "Ha sbagliato i conti"

Morrone: "Una provocazione quella di Eron a Cervia? Forse una provocazione al Pd e al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e non certo alla Lega"

Le provocazioni dello street artist riminese Eron, che spesso nei suoi lavori affronta il tema dell'immigrazione, sbarcano a Cervia proprio alla vigilia della Festa della Lega che avrà come ospite d'onore Matteo Salvini. Nei giorni scorsi, infatti, fuori dal Magazzino del Sale Torre è comparso un insolito cartello stradale - lo stesso comparso un paio di anni fa a Rimini - che 'invita a scegliere' tra i porti aperti o la morte, rappresentata dal simbolo del mare.

"Una provocazione quella di Eron a Cervia? Forse una provocazione al Pd e al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e non certo alla Lega - commenta il segretario della Lega Romagna Jacopo Morrone - Eron, purtroppo, ha sbagliato i conti o forse è stato male indirizzato. E’ arcinoto infatti che con Matteo Salvini ministro dell’Interno crollarono gli sbarchi e i morti in mare, parlano i dati. Solo nel 2017 (nel quinquennio di governi a guida Pd) sbarcarono circa 120.000 immigrati irregolari e si stimarono 3.000 morti in mare. Nel 2019, con Salvini, gli sbarcati furono solo 3.664. Dall’uscita della Lega dal Governo Conte nell’agosto 2019 e la formazione del governo giallo-rosso (ministro Lamorgese) i numeri sono tornati a salire esponenzialmente. Sono sbarcati 13.336 irregolari nel 2020 e poco meno di 28.000 in questi primi sette mesi del 2021. Con il conseguente incremento dei morti in mare, il cui tragico numero è quasi raddoppiato, con Lamorgese e con la voluta cancellazione dei decreti ‘sicurezza’ di Salvini da parte del governo giallo-rosso. Comprendiamo ovviamente che ormai tutto può essere considerato ‘arte’ e mai ci sogneremmo di tarpare le ali a Eron, tuttavia fa davvero sorridere che l’artista abbia evitato di documentarsi prima di questa performance e si sia lasciato trascinare in questa tragicommedia ideologica da qualcuno a cui forse dà fastidio la festa della Lega Romagna in procinto di prendere il via”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Porti aperti o morte', la provocazione artistica di Eron a Cervia. La Lega: "Ha sbagliato i conti"

RavennaToday è in caricamento