menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Senza riscaldamento nella ex casa famiglia chiusa: edificio sequestrato

La Procura ha disposto il sequestro preventivo dell'edificio per il reato di invasione di edifici, cosa che ha comportato la revoca del beneficio della detenzione domicilare dell'uomo che gestiva la struttura

E' stata sequestrata nei giorni scorsi la ex casa famiglia 'Fatima' di Alfonsine, finita nell'occhio del ciclone qualche giorno fa quando le telecamere di Striscia la Notizia avevano fatto irruzione nell'edificio accogliendo le denunce degli anziani ospiti. La struttura, già oggetto di ordinanza di sospensione dell'attività nel 2019, era stata chiusa da Polizia locale e Ausl Romagna dopo che avevano contestato come la stessa fosse ancora in attività e ospitasse al suo interno 7 anziani.

Già allora erano state constatate irregolarità nella documentazione gestionale ed era emerso che la struttura non disponeva più della fornitura di gas di rete. Eppure, come hanno svelato le telecamere di Striscia, a più di un anno di distanza al suo interno erano ancora presenti degli ospiti in stato di difficoltà. E così la Procura di Ravenna, come riportano i quotidiani locali in edicola lunedì, ha disposto il sequestro preventivo dell'edificio per il reato di invasione di edifici; cosa che ha comportato la revoca del beneficio della detenzione domicilare dell'uomo che gestiva la struttura, finito in carcere.

La storia

A ricostruire la vicenda era stato Evan Servidei, il proprietario dell'immobile: "Due anni fa abbiamo affittato la seconda casa di mio padre a una signora per attività di casa famiglia per anziani. Poi, nel novembre 2019, lei ha smesso di pagare l'affitto. Finalmente nell'estate 2020 abbiamo ottenuto lo sfratto esecutivo dal Tribunale". A causa del Covid, però, lo sfratto non viene eseguito (il 'Milleproroghe' ha infatti bloccato l'esecuzione degli sfratti per morosità fino al 30 giugno 2021), "ma per l'Ausl la casa famiglia non esiste piu", ha spiegato la giornalista di Mediaset nel servizio di Striscia. "Nel frattempo, però - ha continuato il proprietario - il figlio della signora che gestiva la casa famiglia ha ottenuto il permesso da parte del Tribunale, per motivi di salute, di trascorrere le sue giornate nella casa in questione, e da quel momento non se n'è più andato".

E nell'abitazione, spiegano da Striscia, l'uomo "si è messo a ricevere anche ospiti nella casa senza riscaldamento". La giornalista ha interpellato gli stessi ospiti: "Purtroppo abito qua. E' una cosa indecente", ha detto uno di loro. "Non paghiamo l'affitto, lui ci ha tirati qua con l'inganno per non perdere la casa, poi ci tratta come animali", ha aggiunto un altro. E sono stati gli stessi ospiti che hanno permesso alla giornalista di entrare in casa. "Se non venivamo qua, lui si trovava da solo e il padrone con giusta ragione lo avrebbe mandato via, mentre con persone dalla salute precaria è più difficile", ha spiegato uno degli anziani. Perchè state ancora qua, ha domandato la giornalista? "E dove andiamo?", ha risposto lui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento