rotate-mobile
Cronaca

Casa della Musica, da maggio un nuovo gestore: caccia ai giovani talenti

Morigi ha sottolineato "che le sale prove e la sala di registrazione, dotate di strumentazioni all’avanguardia, sono mediamente frequentate da cinquanta persone al giorno e vengono concesse in uso a tariffe che vanno dai 7,5 ai 9 euro l’ora"

E' in arrivo un nuovo gestore per la Casa della Musica. Tale sarà scelto tramite procedura pubblica con valutazione delle proposte secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, con prevalenza degli elementi qualitativi del progetto rispetto a quelli economici. L'assessore alle Politiche giovanili Valentina Morigi ha chiarito che il soggetto "dovrà svolgere attività di promozione della musica dal vivo e della musica emergente anche attraverso l’organizzazione di eventi, rassegne e festival che favoriscano ed incentivino la partecipazione di gruppi e band di giovani artisti locali; nonché di progettazione, creazione e produzione di eventi artistici attraverso modalità di lavoro di gruppo".

"Gli competerà inoltre la gestione delle due sale prova e della sala di registrazione, a tariffe di utilizzo calmierate, in modo tale da consentire e favorire la più larga fruizione del centro - chiosa -. La base d’asta è stata stabilita in 18mila euro l’anno (48mila per l’intero periodo di gestione, ovvero dal prossimo maggio a dicembre 2018) in quanto tale cifra è stata ritenuta congrua a coprire la differenza tra le spese sostenute e le entrate realizzate, riconducibile ai vincoli imposti alla gestione della struttura, specie connessi alla manutenzione ordinaria dell’immobile e delle attrezzature tecniche, oltre che al limite imposto alle tariffe per l’utilizzo delle sale in considerazione della precipua finalità di pubblico interesse che si intende perseguire".

Morigi ha sottolineato "che le sale prove e la sala di registrazione, dotate di strumentazioni all’avanguardia, sono mediamente frequentate da cinquanta persone al giorno e vengono concesse in uso a tariffe che vanno dai 7,5 ai 9 euro l’ora. Con la Casa della Musica abbiamo realizzato una delle esperienze più longeve e positive di sale prove pubbliche, dando un’importante opportunità non solo ai giovani musicisti ravennati ma anche agli adulti. Si sono inoltre realizzate positive forme di collaborazione con altre realtà; penso ad esempio alla scuola Pescarini con la quale è stato organizzato il corso per tecnico del suono”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa della Musica, da maggio un nuovo gestore: caccia ai giovani talenti

RavennaToday è in caricamento