Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Case popolari, in arrivo sei nuovi alloggi in via Caorle a Ravenna

Progetto approvato a maggioranza dal consiglio comunale. Critica l'opposizione, che tra le altre cose segnala il fatto che la spesa non sia sufficientemente dettagliata.

Il consiglio comunale ha approvato la ratifica di una delibera di giunta relativa a una convenzione tra Comune e Acer per l’attuazione di un progetto di edilizia residenziale pubblica.

Hanno votato a favore 18 consiglieri (gruppi di maggioranza); contrari 12 (gruppi di opposizione). La delibera è stata presentata dall’assessore al Patrimonio Massimo Cameliani. Definisce i rapporti tra Comune e Acer e i rispettivi compiti in relazione all’esecuzione dell’intervento (realizzazione di sei alloggi attraverso il recupero edilizio e funzionale di un immobile in via Caorle 14) e le necessarie variazioni di bilancio. La spesa complessiva stimata è di 750mila euro: 300mila a carico della Regione, 100mila a carico del monte canoni Erp del Comune, 350mila con fondi propri del Comune di cui 200mila a fronte di maggiori entrate da Fondi di rotazione Peep.

IL DIBATTITO - La Pigna ha dichiarato voto contrario dando un giudizio negativo della gestione di Acer e sostenendo che con gli stessi soldi si potrebbero acquistare alloggi nuovi.

Il gruppo Cambierà ha dichiarato voto contrario, pur condividendo il fine sociale, sostenendo di non avere avuto risposte precise alle richieste di chiarimenti fatte.

La Lega nord ha dichiarato voto contrario sostenendo che la delibera è poco chiara, che la spesa prevista è troppo elevata rispetto al tipo di intervento e lamentando scarsa trasparenza.

Il gruppo Forza Italia ha dichiarato voto contrario esprimendo una forte critica nei confronti della gestione di Acer e sostenendo che i costi di realizzazione dell’intervento sono troppo alti.

Dal gruppo Alberghini voto contrario sostenendo che Acer è gestita in maniera non consona, che non si vuole affrontare il problema e che con la spesa prevista si comprerebbero 6 alloggi nuovi.

Voto favorevole dal Pd, perché l’intervento va nella direzione di avere più alloggi Erp, evidenziando tra l’altro che la spesa prevista è congrua, poiché l’intervento sarà molto complesso.

Motivo principale del voto contrario di Lista per Ravenna il fatto che a parere del gruppo il patrimonio di edilizia residenziale pubblica dovrebbe essere gestito direttamente dal Comune.

Per Ravenna in Comune voto contrario, anche se l’intervento è considerato necessario, motivato dal fatto che la delibera è ritenuta incomprensibile e la spesa non sufficientemente dettagliata.

Ama Ravenna ha dichiarato voto favorevole, sottolineando la necessità dell’intervento e sostenendo che la spesa sia congrua in quanto di fatto si tratta di un intervento di demolizione e ricostruzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, in arrivo sei nuovi alloggi in via Caorle a Ravenna

RavennaToday è in caricamento