Cronaca

Casi di Covid tra gli ospiti del centro d'accoglienza straordinario

I ragazzi positivi sono stati trasferiti in alberghi Covid per trascorrere il periodo di quarantena previsto

Lo scorso 14 novembre è stato accertato un caso di Coronavirus tra gli ospiti del Centro di Accoglienza Straordinario (Cas) di via Manzoni a Barbiano di Cotignola. La cooperativa Cefal, titolare della gestione della struttura, ha mandato apposita comunicazione all'Ausl che e? intervenuta immediatamente per trasferire la persona positiva presso una struttura alberghiera Covid e disporre l'isolamento domiciliare per tutti gli altri migranti ospitati a Barbiano.

Successivamente tutti i ragazzi sono stati sottoposti a tampone e da questo screening sono emerse ulteriori positivita? in soggetti completamente asintomatici, i quali sono stati a loro volta trasferiti in alberghi Covid per trascorrere il periodo di quarantena previsto. Nei giorni successivi alcuni dei migranti trasferiti in albergo si sono negativizzati e sono stati ricollocati temporaneamente presso la casa di via Gaggio 14 a Budrio, sempre gestita dalla cooperativa Cefal.

"La situazione e? sotto controllo - spiega il sindaco Luca Piovaccari - e la sua evoluzione e? costantemente monitorata dal gestore della struttura di accoglienza, in stretta collaborazione con l'Ausl e la Prefettura, titolare dell'assegnazione di queste attivita? di accoglienza. Come amministrazione riceviamo quotidianamente aggiornamenti dal gestore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi di Covid tra gli ospiti del centro d'accoglienza straordinario

RavennaToday è in caricamento