menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Bunge, gli autotrasportatori: "Sia salvaguardata salute, produzione e lavoro"

Il Comitato auspica "che la collaborazione e il confronto fra gli enti proposti al controllo e le imprese, siano la giusta modalità per affrontare e risolvere ogni problematica che si possa presentare, oggi come domani"

"La notizia del sequestro preventivo dell’impianto di trasformazione di semi oleosi nel Porto di Ravenna Bunge ha destato nell’intero settore dell’autotrasporto profonda preoccupazione". Così il Comitato Unitario Autotrasporto della Provincia di Ravenna, che si schiera "a favore di ogni azione a tutela del sistema economico e produttivo e per la tutela dell’ambiente". "L’autotrasporto Ravennate, da sempre impegnato nella difesa della legalità e dell'ambiente, ritiene necessario compiere qualsiasi sforzo nel tentativo di salvaguardare settori produttivi, lavoro e salute dei cittadini", viene aggiunto.

"Le dichiarazioni nelle quali viene escluso che i cattivi odori riscontrati siano pericolosi per la cittadinanza e che ha permesso la continuazione dell’attività dell’impresa, sono a giudizio del Comitato Unitario Autotrasporto della Provincia di Ravenna, i corretti presupposti per affrontare in maniera propositiva l’emergenza che si è verificata", viene evidenziato.

Il Comitato auspica "che la collaborazione e il confronto fra gli enti proposti al controllo e le imprese, siano la giusta modalità per affrontare e risolvere ogni problematica che si possa presentare, oggi come domani. Cogliamo l'occasione per augurare, per questo caso specifico, che al più presto vengano create le condizioni per un ritorno alla normalità2. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento