Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Carabinieri speronati, la 64enne chiede scusa. Ma nega di aver dato fuoco all'auto

Accusata di danneggiamento, incendio, resistenza e lesioni a pubblico, ha riferito che chiedere scusa per quanto accaduto.

E' prevista per venerdì l'udienza di convalida d'arresto della 64enne ravennate, arrestata mercoledì pomeriggio dopo aver speronato in retromarcia con la sua utilitaria una pattuglia dei Carabinieri di Sant'Alberto, ferendo due militari ed un vigile del fuoco. La donna, in attesa della decisione del giudice, si trova agli arresti domiciliari. Secondo quanto riportato dall'edizione ravennate del "Corriere Romagna" e del "Resto del Carlino", la 64enne ha negato di aver dato fuoco ad un'auto parcheggiata in strada, nei pressi della sua abitazione, motivo del black out di follia. Mercoledì gli investigatori hanno trovato una bottiglia d'alcol gettata in un cassonetto della spazzatura. L'indomani i militari hanno effettuato anche una perquisizione domiciliare. Accusata di danneggiamento, incendio, resistenza e lesioni a pubblico, ha riferito che chiedere scusa per quanto accaduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri speronati, la 64enne chiede scusa. Ma nega di aver dato fuoco all'auto

RavennaToday è in caricamento