L'aeroporto della Spreta compie 100 anni, realizzato durante la I Guerra Mondiale

Compie cento anni l'aeroporto ravennate della “Spreta” che si trova in via Dismano. La ricorrenza sarà celebrata domenica mattina alle 11, con lo scoprimento di una lapide commemorativa

Compie cento anni l'aeroporto ravennate della “Spreta” che si trova in via Dismano. La ricorrenza sarà celebrata domenica mattina alle 11, con lo scoprimento di una lapide commemorativa e successivamente, alle 11,30, l'inaugurazione della mostra “1915-1918 la grande guerra nel Ravennate, il fronte a mare”, a cura dell'Aeroclub Ravenna.

Nel 1916 in piena Prima Guerra Mondiale, in risposta a un bombardamento di Ravenna compiuto da aerei dell’impero Austro Ungarico che causò danni e vittime in città, il comando dell’Esercito Italiano decise la costituzione di una Sezione Difesa Aerea, con sede appunto a Ravenna. Inizialmente 3 biplani “Farman 14” furono dislocati in Piazza d’Armi. Successivamente, riconosciuta l’inadeguatezza del luogo, il campo di volo fu spostato in località La Spreta. È questa dunque l’origine storica dell’Aeroporto di Ravenna. La Sezione Difesa Aerea, comandata inizialmente dal torinese Tenente Enrico Cottino (perito poi in incidente di volo il 16/05/1917) opererà fino al novembre 1918.

Nel 1921 fu sede della partenza e dell'arrivo della prima edizione della Coppa Baracca nel 1921. Nella stessa giornata l'aeroporto venne dedicato a "Gastone Novelli" (ufficiale e aviatore italiano, pluridecorato con 3 medaglie d'argento al valor militare; Asso dell'aviazione da caccia, accreditato di 8 abbattimenti durante la prima guerra mondiale, appartenente alla 91ª Squadriglia Aeroplani da Caccia di Francesco Baracca).

Nel primo dopoguerra l’aeroporto (consistente essenzialmente in un grande spiazzo erboso pianeggiante e un hangar in lamiera) non svolge funzioni di rilievo. Nel 1937 ne venne deciso l’ammodernamento, con la costruzione di un nuovo grande hangar e numerose palazzine di servizio e alloggi per il personale militare, al fine di ospitare una squadriglia caccia. Durante la guerra l’aeroporto non verrà interessato in modo rilevante dalle operazioni belliche, salvo alcune azioni di bombardamento da parte degli anglo-americani e, nel 1943-1944, la costruzione, sotto controllo tedesco e tramite l’organizzazione Todt, di nuovi bunker. I tedeschi in ritirata provvedono poi a distruggere tutto quanto poteva essere utilizzato dal nemico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo i disastri della guerra, l’aeroporto viene comunque ripristinato come base militare, sia pure secondaria e, già alla fine degli anni ’40 viene ricostituito l’Aeroclub di Ravenna (intitolato a Francesco Baracca), che realizza una prima pista in erba di 650 metri. Una volta cessato l’utilizzo militare (attorno al 1955) l’Aeroclub si occupa della costruzione della nuova pista in asfalto di ben 1200 metri e delle altre strutture presenti sul campo (hangar e palazzina). Attualmente l’aeroporto ospita, oltre all’Aeroclub Francesco Baracca, anche la scuola di volo acrobatico “Ali sul mare” ed i paracadutisti dell’Associazione “Pull-Out”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento