rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Faenza

Centinaia di ragazzi a confronto con gli esperti per dire 'Stop al bullismo'

Esperti e relatori si sono confrontati su bullismo e cyberbullismo di fronte a un folto pubblico di giovani

Grande successo per l’incontro contro il bullismo dedicato agli studenti che si è svolto sabato al teatro Sarti di Faenza. Durante la mattinata esperti e relatori si sono confrontati su bullismo e cyberbullismo di fronte ad un folto pubblico di giovani, in un dialogo costante che ha visto alternarsi momenti di riflessione a stimolanti intermezzi culturali.

Ad aprire l’iniziativa, intitolata “Stop al bullismo – insieme si può”, è stata Francesca Goni console provinciale della Federazione dei Maestri del Lavoro – rappresentante di Anla Onlus Ravenna-Faenza e di Anse. Una toccante interpretazione dell’inno nazionale ha dato quindi avvio all’inizio dei lavori: a portare i saluti il senatore Stefano Collina e l’assessore alle Politiche Educative e Giovanili del Comune di Faenza Simona Sangiorgi. Si sono poi susseguiti gli interventi del sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ravenna Cristina D’Aniello, del dirigente del Commissariato di Lugo Angelo Tancredi, della psicoterapeuta Agata Manfredi, del presidente dell’Associazione “Cuore e Territorio” Giovanni Morgese e dell’editore Carlo Serafini.

Tra gli ospiti della giornata anche l’onorevole Alberto Pagani, interprete d’eccezione del cortometraggio contro il bullismo girato lo scorso marzo a Ravenna nell’ambito del progetto “Diventa il regista del cambiamento”, ideato e realizzato dall’Associazione no profit Cuore e Territorio. Lo short film, che ha visto protagonisti oltre cinquanta studenti delle scuole medie di Ravenna, è stato presentato in anteprima durante la mattinata dal regista Gerardo Lamattina.

Il pubblico, formato dagli studenti di Istituto Comprensivo “Domenico Matteucci” - Faenza Centro, Itip “Bucci”, Istituto Alberghiero di Riolo Terme e Istituto Comprensivo Faenza “San Rocco”, è stato inoltre allietato dalle “incursioni” teatrali dell’associazione culturale “Fatti d’Arte” e dall’esibizione canora della piccola faentina Sara Calamelli, vincitrice della 60esima edizione dello “Zecchino d’Oro”.
A chiudere l’incontro Gabriella Bigi, teacher di yoga della risata, che ha coinvolto i giovani spettatori in un piacevole momento creativo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di ragazzi a confronto con gli esperti per dire 'Stop al bullismo'

RavennaToday è in caricamento