menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cattivi odori a Russi: "Spariranno appena la centrale a biomasse si attiverà"

Sarebbe proprio il ritardo nell’accensione della centrale, secondo la candidata sindaco Valentina Palli, la causa dell’odore in città

Nelle ultime settimane, in alcune aree di Russi, diversi cittadini hanno percepito un netto odore acre provenire dalla centrale a biomasse. "A conferma che la salute e l’ambiente sono i punti basilari degli interessi della lista Insieme per Russi, ho immediatamente interpellato Powercrop e le Autorità di controllo proposte per avere delle risposte da dare ai cittadini - spiega Valentina Palli, candidata sindaco alle elezioni del 26 maggio - Appena abbiamo percepito gli odori sgradevoli che provengono dalla centrale ci siamo subito mossi per avere idonee spiegazioni e verificare la situazione. Prima di tutto ci preme rassicurare i cittadini: la centrale non è ancora in funzione e gli odori che qualvolta si sentono, pur potendo risultare spiacevoli, non hanno nulla a che fare con l'attività di produzione di energia".

Sarebbe proprio il ritardo nell’accensione della centrale, secondo la candidata, la causa dell’odore in città: “La causa, temporanea e passeggera, di questo odore è determinata dallo stoccaggio del cippato, iniziato nel settembre scorso, e che ancora non è stato utilizzato proprio perché la centrale è ancora ferma. Questa situazione ha provocato la fermentazione del cippato stesso che ha per conseguenza l’odore acre e di resina che è stato avvertito. La situazione sarà superata una volta che la centrale entrerà regolarmente in funzione e la materia prima sarà sistematicamente utilizzata. Un problema comunque non tollerabile anche se non pericoloso per la salute. Non possiamo tollerare che i cittadini avvertano anche solo temporaneamente un disagio olfattivo, per questo motivo abbiamo chiesto a Powecrop di attivarsi per risolvere immediatamente la situazione creatasi. Rispetto a chi diffonde il panico senza attivarsi minimamente in alcun modo, la nostra vigilanza sulla salute dei cittadini è sempre massima e non ammette sconti. Appena ci saranno ulteriori aggiornamenti li comunicheremo immediatamente alla popolazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento