Cronaca Cervia

Cervia, 11mila euro in più per i tirocini formativi post laurea

Per l'assessore Zavatta si tratta di "un’occasione di crescita anche per i servizi e per il personale dell’amministrazione che sono stimolati dalle idee fresche, innovative e dallo slancio positivo dei giovani laureati"

La Giunta comunale di Cervia ha ampliato lo stanziamento economico per i tirocini post laurea, offrendo maggiori possibilità ai ragazzi interessati a svolgere questa esperienza. Finora le risorse annuali a disposizione ammontavano a 30 mila euro con l'assunzione di 11 tirocinanti, ora si aggiungono 11 mila euro che danno la possibilità ad altri 6 ragazzi di svolgere il tirocinio post laurea. Inoltre l’amministrazione sta valutando di integrare ancora il fondo nei prossimi mesi. 

Negli ultimi tre anni nel comune di Cervia hanno svolto il tirocinio 32 ragazzi. Il tirocinio formativo è una opportunità riservata ai giovani entro dodici mesi dal conseguimento del titolo di studio, ha una durata massima di sei mesi e prevede una indennità mensile minima  di 450,00 euro. L’obiettivo del tirocinio formativo è quello di facilitare il contatto diretto con il mondo del lavoro, pur non costituendo un rapporto di lavoro, favorire l’acquisizione di competenze professionali e facilitare il percorso di transizione tra scuola e lavoro. I giovani neolaureati sono ingegneri, architetti, laureati in giurisprudenza o in economia e sono distribuiti in tutti i settori dell’amministrazione, per affiancare gli operatori in servizio, sotto la supervisione di un tutor aziendale.

I contenuti e le modalità di partecipazione al tirocinio sono definite da un apposito documento di progetto concordato tra un referente dell’Università e il comune, a seguito di una convenzione.  Dopo un’indagine interna per raccogliere i bisogni ed evidenziare le disponibilità dei servizi ad ospitare giovani laureati, l’amministrazione presenta diverse proposte di tirocinio tramite l’Università. La normativa regionale che regola i tirocini formativi prevede obbligatoriamente un sistema di valutazione dell’attività svolta, ai fini del rilascio di un attestato di certificazione delle competenze spendibile nel mondo del lavoro.

"Il comune di Cervia - ha dichiarato l’assessore Cesare Zavatta - crede molto in questo progetto che si è sempre dimostrato come una buona opportunità di crescita per i giovani neolaureati. Il tirocinio permette infatti ai ragazzi di fare un'esperienza formativa di crescita umana e professionale, che li aiuta ad entrare in contatto con le realtà della comunità locale e dell’istituzione comunale, favorendo l'acquisizione di varie competenze quali il lavoro in team, le dinamiche di gruppo, l’approccio e la soluzione di problemi anche complessi. Inoltre è un’occasione di crescita anche per i servizi e per il personale dell’amministrazione che sono stimolati dalle idee fresche, innovative e dallo slancio positivo dei giovani laureati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cervia, 11mila euro in più per i tirocini formativi post laurea

RavennaToday è in caricamento