menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cervia avvia una raccolta fondi a sostegno delle persone in difficoltà economica

Il Coordinamento della Consulta del Volontariato in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del comune di Cervia verificherà le richieste pervenute e le reali condizioni di urgenza legate all’emergenza sanitaria

Su proposta del sindaco di Cervia Massimo Medri il Coordinamento della Consulta del Volontariato in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del comune di Cervia ha attivato un conto corrente per raccogliere fondi a favore di persone che si trovano in urgente
difficoltà economica. I versamenti si possono fare sul conto corrente intestato a Coordinamento del Volontariato di Cervia IBAN IT 20 N 08852 23600 004010282698 presso RomagnaBanca Credito Cooperativo. Per i versamenti si chiede di privilegiare le modalità telematiche.

Per eventuali informazioni sulle donazioni e per segnalare la propria situazione di bisogno telefonare al n. 329-2104995 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 dal lunedì al venerdì. Il Coordinamento della Consulta del Volontariato in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del comune di Cervia verificherà le richieste pervenute e le reali condizioni di urgenza legate all’emergenza sanitaria.

"Visto il protrarsi dell'emergenza sanitaria il nostro Comune ha allestito una serie di servizi per alleviare i disagi delle tante persone in difficoltà, ma probabilmente non saranno sufficienti ad affrontare le situazioni più drammatiche di persone o famiglie a cui viene meno completamente il reddito e che non dispongono di risparmi - afferma il primo cittadino -. Quindi ho proposto di istituire un fondo di solidarietà in grado di aiutare i nuclei famigliari o persone singole con problemi di sussistenza immediata. Per questo ho chiesto la collaborazione della Consulta del Volontariato con il supporto dell’Assessorato ai Servizi Sociali per istituire un conto corrente dedicato a questo scopo. Io per primo, insieme ai componenti della mia Giunta, darò il mio contributo per far fronte ai primi bisogni motivati".

"Non si tratta di fare della carità, ma a fronte di comprovate necessità di sopravvivenza penso sia giusto che una comunità esprima fino in fondo il senso di solidarietà che deve contraddistinguerla, come del resto ha sempre fatto anche in passato. Anche questo gesto, seppur limitato, ci permetterà di ripartire, avendo rinsaldato un rapporto solidale con tutta la città e saremo più forti nel profondere le nostre energie in un clima di rinnovata fiducia - conclude -. Le operazioni avverranno nella più totale trasparenza con rendiconto finale delle operazioni fatte e nel pieno rispetto della privacy individuale. Voglio rassicurare che nessuno sarà abbandonato, tanto meno chi è in più urgente difficoltà economica in questa situazione di emergenza sanitaria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento