rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Cervia

Mare e strutture al top, Cervia fa venti: anche nel 2015 è Bandiera Blu

Cervia inoltre è presente nel libro "Comunicare le destinazioni balneari il ruolo delle Bandiere Blu in Italia", uscito proprio i questi giorni, che analizza i risultati della ricerca condotta nel 2013

L’assessore Roberta Penso ha ritirato la Bandiera Blu 2015 assegnata al Comune di Cervia. Il premio, istituito nel 1987, è stato assegnato a Roma, nella sede della Regione Lazio, dalla Foundation for Environmental Education in collaborazione con la Fee Italia. Quella di quest’anno è la ventesima Bandiera Blu per la località balneare, che conquista il prestigioso riconoscimento per il diciassettesimo anno consecutivo (dal 1999). Le altre tre bandiere blu sono arrivate a Cervia nel 1991, nel 1996 e nel 1997. Il vessillo è stato attribuito anche ai nove lidi ravennati.

L’assegnazione della Bandiera Blu avviene dopo una rigorosa e accurata selezione, attraverso l’esame comparato dei dati acquisiti ed elaborati direttamente dalla Fee-Italia relativi a qualità delle acque, qualità della costa, qualità dei servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale. Quest’anno sono 147 i comuni italiani su cui sventola la bandiera e in Emilia Romagna sono state premiate 9 località. La Bandiera Blu 2015 ancora una volta premia la città di Cervia-Milano Marittima-Pinarella-Tagliata, località  ai vertici del panorama nazionale, per la capacità di coniugare qualità ambientale e sviluppo del territorio,  per l’impegno nella salvaguardia e la tutela dell’ambiente e della natura, nonché per l’innalzamento della qualità dei servizi delle strutture turistiche.

Infatti tra i criteri di giudizio per l’assegnazione della Bandiera Blu sono prioritari: la qualità delle acque di balneazione, l’informazione e l’educazione ambientale, la gestione ambientale, i servizi e la sicurezza. Tra gli indicatori figurano impianti di depurazione funzionanti; gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi; la cura dell'arredo urbano e delle spiagge; la possibilità di accesso al mare per tutti i fruitori senza limitazioni.

Cervia inoltre è presente nel libro “Comunicare le destinazioni balneari il ruolo delle Bandiere Blu in Italia”, uscito proprio i questi giorni, che analizza i risultati della ricerca condotta nel 2013. Il libro curato dal prof. Tonino Pencarelli svolge un'approfondita analisi della situazione italiana riguardo all'efficacia di Bandiera Blu dal punto di vista dei comuni insigniti  e la capacità degli stessi di sfruttare le potenzialità offerte dalla certificazione, offrendo utili spunti alle amministrazioni su come migliorare gli effetti dell'adesione al programma sia nella comunicazione turistica che nella gestione dei territori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare e strutture al top, Cervia fa venti: anche nel 2015 è Bandiera Blu

RavennaToday è in caricamento