Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Cervia, il Comune conferma i fondi per i lavoratori colpiti dalla crisi

Commenta l'assessore Gardelli: "Speriamo sia l’ultimo anno che si rendono necessari e che dal 2014 si possa intravedere l’uscita da questa grave crisi economica che ha messo tutti a dura prova".

Anche quest’anno l’amministrazione comunale ha confermato i fondi per gli interventi a sostegno dei lavoratori colpiti da crisi economica. Le domande per beneficiare dei contributi potranno essere presentate entro il termine ultimo del 31 gennaio prossimo. I beneficiari devono essere residenti nel comune di Cervia e possedere un ISEE del nucleo familiare riferito all’anno 2012 non superiore a 25mila euro.

Inoltre devono essere o essere stati nell’arco dell’anno 2013 in una delle seguenti condizioni: disoccupati senza diritto ad alcun ammortizzatore sociale a causa di cessazione del rapporto di lavoro per circostanze unicamente riconducibili alla crisi economica; occupati con riduzione degli orari di lavoro pari o superiore al 30% senza diritto ad alcun ammortizzatore sociale per circostanze unicamente riconducibili alla crisi economica; disoccupati con diritto a occupati con riduzione degli orari di lavoro pari o superiore al 30% con diritto ad ammortizzatore sociale per circostanze unicamente riconducibili alla crisi economica.

Nelle tipologie indicate s’intendono compresi anche i lavoratori atipici, parasubordinati, con contratti di collaborazione, a progetto, precari, mentre sono esclusi dai benefici previsti dal fondo in oggetto i lavoratori autonomi, i lavoratori stagionali e il personale della pubblica amministrazione. Potranno accedere agli interventi previsti dalla presente disciplina più componenti dello stesso nucleo familiare se in possesso dei requisiti previsti.

Le domande dovranno essere redatte su apposita modulistica disponibile presso il servizio Cervia Informa e le sedi dei sindacati e scaricabile dal sito www.comunecervia.it. Per l’assistenza alla compilazione del modulo relativo alle richieste di contributo è possibile rivolgersi ai CAF dei Sindacati CGIL (P.za Ospedale 1 – 0544-973350) CISL (V. Ospedale, 8 – 0544-973258) UIL (P.za Resistenza, 2 0544-71578).

"Mi piace ricordare che, sin dal 2010 e in accordo con i sindacati, abbiamo introdotto un forte elemento di novità promuovendo interventi di politica attiva del lavoro e di promozione dell’occupazione - afferma l'assessora Fabiola Gardelli -. Grazie al Servizio di accompagnamento al lavoro, ai disoccupati che possono accedere al bando, è proposta l’attivazione di una borsa lavoro o di orientamento della durata massima di sei mesi con un impegno di 18/24 ore settimanali. In caso d’indisponibilità alla borsa lavoro il contributo d’integrazione del reddito, è ridotto del 50%. Sono già cinque anni che prevediamo questi contributi che dovevano essere eccezionali. Speriamo sia l’ultimo anno che si rendono necessari e che dal 2014 si possa intravedere l’uscita da questa grave crisi economica che ha messo tutti a dura prova".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cervia, il Comune conferma i fondi per i lavoratori colpiti dalla crisi

RavennaToday è in caricamento