Cervia, Piano Urbano della Mobilità sostenibile: approvate le linee di indirizzo

Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, in coerenza con le linee guida nazionali, designa una strategia volta a toccare una pluralità di aspetti

Il Comune di Cervia ha approvato, con delibera di giunta, le linee di indirizzo del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums), strumento che ha l’obiettivo di fornire una visione condivisa del sistema della mobilità per il decennio 2020-2030, volto a promuovere una mobilità efficiente e a conseguire obiettivi legati alla tutela del patrimonio storico, culturale, ambientale e della qualità della vita dei cittadini. Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, in coerenza con le linee guida nazionali, designa una strategia volta a toccare una pluralità di aspetti, tra i quali il potenziamento delle aree di sosta in ambito urbano, la promozione dell’uso della bicicletta attraverso lo sviluppo della rete ciclabile su tutto il territorio comunale, il potenziamento e la qualificazione dei percorsi pedonali, interventi migliorativi sulla rete viabile, il potenziamento del trasporto pubblico, il miglioramento dei collegamenti intermodali nell’ottica di qualificare l’offerta turistica, l’incentivo a utilizzare mezzi non inquinanti, il miglioramento dell’accessibilità urbana all’utenza debole e l’aumento della sicurezza stradale.

Le strategie delineate si traducono poi in azioni puntuali, che hanno come obiettivi quelli caratteristici della città resiliente, già vision della strumentazione di programmazione territoriale vigente: Cervia città identitaria, città accessibile, città sicura e ospitale, città verde. Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile sarà sviluppato con il contributo di cittadini e stakeholders attraverso un percorso partecipato che dovrà individuare le principali criticità e le possibili soluzioni, e contestualmente sarà predisposto il quadro conoscitivo, a fotografia dello stato di fatto e del flusso di mobilità che interessa la città di Cervia durante le diverse fasi dell’anno.  Il progetto intende approcciare l’urbanismo tattico, una metodologia di urbanistica diversificata, per la progettazione e la riqualificazione di spazi pubblici, che per i cittadini rappresenta un modo immediato per riappropriarsi o per riprogettare parte dello spazio pubblico, al fine di destinarlo alle persone, ai bambini e allo stesso tempo toglierlo al degrado e all’abbandono, tramite interventi  temporanei di carattere sperimentale e con un alto valore comunicativo.

“L'emergenza Covid-19 sta cambiando le abitudini e plasmando nuovi equilibri - afferma l'assessore all’Urbanistica Enrico Mazzolani -. L'approccio dei cittadini verso il trasporto pubblico e l'uso dell'auto privata cambierà in modo significativo, gli spostamenti a piedi e in bicicletta potrebbero in futuro avere grande sviluppo. In tale contesto il Pums svolge un ruolo centrale e si configura come lo strumento fondamentale per gestire questi nuovi imput. Il Pums è un piano strategico che si basa sugli strumenti di pianificazione già esistenti e, attraverso principi di integrazione e partecipazione, valuta  le necessità di mobilità delle persone e delle merci nel presente e in prospettiva futura, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nel nostro territorio. Con l’avvio di questa procedura, Cervia si dota dell’ultimo elemento atto a costituire la triade virtuosa di strumenti pianificatori, insieme al Piano Urbanistico Generale e al Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento