rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

La Cgil piange Vinicio Andraghetti: "Con lui se ne va un pezzo di storia della Camera del lavoro"

L'ultimo saluto allo storico sindacalista: "Vinicio si è contraddistinto per serietà, correttezza, umanità e per la grande sagacia, che sempre accompagnava le sue lucidissime analisi politiche e sindacali"

La Cgil dà l’estremo saluto a Vinicio Andraghetti, storico sindacalista della Camera del lavoro di Ravenna deceduto sabato. Martedì pomeriggio, con grande commozione, i membri della Cgil hanno organizzato un picchetto d’onore per il sindacalista e si sono stretti attorno ai familiari di Andraghetti: "Per oltre 60 anni ha rappresentato una figura di riferimento per la Cgil ravennate". 

Nato nel 1933, Vinicio Andraghetti è entrato nel sindacato di via Matteucci agli inizi degli anni Sessanta, occupandosi inizialmente del settore edile, per poi passare alla categoria dei metalmeccanici, del quale è stato segretario generale a livello provinciale. Successivamente ha ricoperto il ruolo di segretario generale della categoria che oggi è chiamata Funzione Pubblica. Con straordinario impegno è stato il direttore dell’Inca, per poi collaborare fino a poco tempo fa, con grande vitalità, al Centro Stampa della Camera del lavoro di Ravenna.

"Dal primo all’ultimo giorno trascorso in Camera del lavoro, Vinicio si è contraddistinto per serietà, correttezza, umanità e per la grande sagacia, che sempre accompagnava le sue lucidissime analisi politiche e sindacali - lo ricorda il sindacato ravennate - La cultura del dialogo, della mediazione e dell’autorevolezza è da sempre stata il suo tratto distintivo, che gli ha permesso di essere amatissimo e rispettato da tutti. Con la sua scomparsa, la Cgil perde un amico, un compagno e una memoria storica preziosissima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil piange Vinicio Andraghetti: "Con lui se ne va un pezzo di storia della Camera del lavoro"

RavennaToday è in caricamento