Cronaca

Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

"Io sono letteralmente nato nel retro bottega - commenta uno dei soci - dove i miei genitori vivevano con mio fratello e dove in un’unica camera da letto dormivamo in quattro"

È un arrivederci carico della storia di tre generazioni e di tanta gratitudine verso la propria clientela quello che i soci del Conad City rivolgono al territorio di San Pietro in Vincoli, dove il punto vendita è attivo dal 1964. Sabato infatti, dopo 56 anni di servizio, il negozio abbassa la saracinesca salutando tutti i clienti che hanno frequentato i locali di via Farini 14.

Oltre agli attuali soci Lorenzo e Fabio Pompignoli, per l’occasione presenti anche Viviana Cicognani ed Ermanno Pompignoli, moglie e marito (rispettivamente classe 1939 e 1936) che diedero vita alla società che inizialmente avviò la bottega di una trentina di metri quadrati in pieno boom economico, quando lasciarono Forlì con tanti sogni, pochi soldi e un figlio piccolo per trasferirsi a San Pietro in Vincoli e prendere in affitto l’immobile di proprietà di Vera Vasi.

"A quell’epoca – ricordano Viviana ed Ermanno, non senza emozione – la nostra bottega e gli altri negozi lungo la strada erano il primo piccolo centro commerciale di San Pietro in Vincoli: oltre a noi e alla macelleria di Vera Vasi c’erano un barbiere con una sola sedia disponibile e un piccolo negozio di abbigliamento. Quando Vera chiuse la macelleria, il nostro punto vendita si ampliò fino agli attuali 140 metri: non certo un grande supermercato, ma sicuramente un negozio che ha dato un servizio importante alle famiglie del posto e delle frazioni limitrofe, che vogliamo ringraziare e che ci sono state sempre accanto in questi decenni anche nei momenti meno facili".

"Eravamo davvero casa e bottega – commenta Fabio Pompignoli, che con il nipote Lorenzo è uno dei due soci attuali – Io sono letteralmente nato nel retro bottega, dove i miei genitori vivevano con mio fratello Paride (babbo di Lorenzo) e dove in un’unica camera da letto dormivamo in quattro, mentre la cucina fungeva da magazzino del negozio". Dopo varie esperienze come cameriere, elettricista, imbianchino e pavimentista, Fabio Pompignoli è entrato in negozio ormai trent’anni fa, mentre il nipote Lorenzo, con una laurea a pieni voti in Economia e Commercio, ha scelto da subito la strada di famiglia.

"Sono arrivato qui tra 2011 e 2012 – ricorda Lorenzo – dopo una stagione estiva in banca. Credevo mi avrebbero richiamato, invece è arrivata prima la proposta di mio zio Fabio, che mi ha preso come apprendista cassiere: di lì a poco, quando la società ha rilevato anche la gestione del negozio di Pievesestina, sono diventato capo negozio qui a San Pietro in Vincoli. In questi anni abbiamo consolidato un rapporto molto proficuo con il nostro territorio, fatto di reciproco sostegno e vicinanza: abbiamo cercato di sostenere questa comunità, con i servizi in negozio ma anche con attenzione alla società sportiva, alle iniziative di socialità e solidarietà, ma credo che alla fine abbiamo più ricevuto che dato e siamo onorati del bagaglio di relazioni che abbiamo potuto costruire e che ricorderemo con grande affetto".

Il marchio Conad non lascerà tuttavia il territorio di San Pietro in Vincoli, dove giovedì 24 settembre verrà inaugurato un supermercato di nuova costruzione nel quale troveranno continuità occupazionale molti addetti del Conad City. "Di cuore ci teniamo a rivolgere il nostro ringraziamento a questo territorio e a tutte le persone che sono state parte della nostra esperienza - concludono i soci - A tutti i commercianti locali facciamo i nostri migliori auguri, sapendo che sono professionisti nei loro settori e che continueranno a qualificare questa zona con la loro proposta commerciale e con i servizi che sono in grado di offrire. Un grande in bocca al lupo e buon lavoro anche ai soci Conad Gualtiero Mariotti e Marta Rossi che a fine mese inizieranno la loro nuova avventura nel punto vendita di via Farini 47".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

RavennaToday è in caricamento