Dopo il relax l'extra erotico: chiuso centro massaggi cinesi

Alcuni clienti intercettatati dai militari hanno spiegato che venivano ricevuti dalla titolare che accompagnava l’uomo all’interno di una stanza dove poteva denudarsi e sdraiarsi sul lettino in attesa della massaggiatrice

Chiuso un centro massaggio gestito da cinesi a Ravenna. L’indagine, svolta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, si è sviluppata per diversi mesi ed ha permesso di appurare che le dipendenti del centro non si limitavano ad eseguire solo massaggi. Non si tratta soltanto di aver impedito che delle ragazze praticassero prestazioni sessuali: i militari hanno effettivamente interrotto una situazione di sfruttamento, per cui le due titolari dell’attività, entrambe cinesi, che costringevano le dipendenti ad andare oltre le loro mansioni ordinarie, dietro il pagamento di un compenso in nero. 

Alcuni clienti intercettatati dai militari hanno spiegato che venivano ricevuti dalla titolare che accompagnava l’uomo all’interno di una stanza dove poteva denudarsi e sdraiarsi sul lettino in attesa della massaggiatrice. Le prestazioni lavorative, già di per se ambigue, prevedevano verso la fine del trattamento, una proposta di natura sessuale, pagata con un extra rispetto al normale massaggio. Terminato il rapporto, i clienti pagavano la prestazione ordinaria alla cassa del negozio ricevendo una regolare fattura dalla titolare, mentre quanto previsto per l’extra erotico, veniva pagato in nero. 

I militari hanno studiato la situazione societaria e fatto controlli anche di natura amministrativa. Gli accertamenti miravano ad identificare le titolari e le dipendenti, soprattutto chiarire quale rapporto vi fosse tra queste persone; al momento dell’accesso al centro massaggi. Ed è apparso evidente che le dipendenti addirittura dormissero all’interno del centro, eventualità questa da accertare che darebbe luogo a responsabilità penali ancor più gravi per le titolari. I militari hanno apposto i sigilli al centro e deferito alla magistratura le due titolari, in attesa di ulteriori sviluppi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

image004-13

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento