rotate-mobile
Cronaca Lugo

Lugo, per l'Inps nessun programma di chiusura. Ipotesi declassamento per l'Inail

Una formale richiesta di chiarimenti era stata espressa dalla giunta dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna il 30 gennaio scorso

Il presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Raffaele Cortesi ha incontrato martedì mattina in Rocca a Lugo i dirigenti responsabili delle sedi locali di Inps e Inail. L’incontro è stato voluto per verificare le intenzioni di questi enti ritenuti importanti per il territorio, in seguito alle ipotesi sorte nelle ultime settimane sulla potenziale chiusura degli uffici di Lugo. Una formale richiesta di chiarimenti era stata espressa dalla giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna il 30 gennaio scorso.

Per Inps erano presenti all’incontro Daniela Casanova, dirigente provinciale, e Leonardo Ciavattone, dirigente della sede di Lugo. Per Inail erano invece presenti Alfio Sarain, dirigente di Ravenna, Faenza, Lugo, e ad interim della sede Inail di Ferrara, e Cinzia Brusa, responsabile della sede di Lugo. Per Inps, è emerso dall'incontro, non esistono al momento programmi di modifica o di chiusura della sede lughese.

Per Inail esiste al contrario una ipotesi di declassamento dell’ufficio lughese: tuttavia, si tratta di un piano d’azione che andrà riconsiderato e confermato solamente nei prossimi anni, dunque non sono previste chiusure nel breve periodo. Cortesi ha chiesto ai dirigenti delle due agenzie di prendere atto della posizione presa dai sindaci dell’Unione, ribadendo l’importanza dei presidi locali di Inps e Inail; a tale proposito, ha chiesto di riportare in sede nazionale la richiesta di rivedere i piani strutturali di Inail e di riconsiderare l’ipotesi di mantenere il servizio su Lugo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lugo, per l'Inps nessun programma di chiusura. Ipotesi declassamento per l'Inail

RavennaToday è in caricamento