menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciak, azione! Film cinese girato tra i container del porto di Ravenna

Il film, una spy story ambientata sia in terra cinese che italiana, oltre che al porto di Ravenna vede realizzare alcune scene tra l’altro a Firenze, San Marino e Bellaria

Ciak, azione. Sono state girate sabato al Terminal Container Tcr del Porto di Ravenna, alcune scene del film cinese dal titolo “Dimmi chi sono” prodotto dalla società "Zhejiang Insane Hall Film"di Pechino e curata per la parte Italiana dalla società Lisola di Milano rappresentata da Riccardo Pintus. Nel complesso le riprese hanno mobilitato un centinaio tra attori e operatori cinesi ed italiani che per tutta la giornata di oggi hanno occupato per girare una parte di Tcr trasformata per l’occasione in location cinematografica. Il film, una spy story ambientata sia in terra cinese che italiana, oltre che al porto di Ravenna vede realizzare alcune scene tra l’altro a Firenze, San Marino e Bellaria.

Ad accogliere gli attori, il regista ed i rappresentanti della produzione, i tecnici di Tcr e il presidente Giannantonio Mingozzi che ha incontrato alcuni protagonisti: “È positivo che un film cinese, che verrà distribuito in tutta l’Asia e probabilmente anche in Europa coinvolga il nostro Terminal, società partecipata da Sapir e Contship Italia, ed il porto di Ravenna perché, se pur con modalità originali, permetterà di fare conoscere maggiormente la nostra realtà.  Abbiamo intenzione, in accordo con la produzione, di prendere parte alla proiezione della prima del film in terrà cinese e anche in quella occasione sarà utile promuovere il porto di Ravenna”. Il film è diretto dal regista Li Chengpeng e vede come attori protagonisti Pan Yueming e Ma Su, molti noti in Cina.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento