Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Enpa lancia un appello contro il circo: "Non finanziate lo sfruttamento di tigri e orsi"

Dopo i cartelloni animalisti comparsi nei giorni scorsi a Cervia contro l'arrivo in città del circo, anche la sezione cervese di Enpa (ente nazionale protezione animali) interviene sul caso

Dopo i cartelloni animalisti comparsi nei giorni scorsi a Cervia contro l'arrivo in città del circo - e dopo che il Comune di Cervia ha annunciato, nello spiegare di essere "obbligato" come ente locale a rispettare la normativa legge che consente i circhi animali, l'introduzione a breve di un nuovo regolamento a tutela del benessere animale - anche la sezione cervese di Enpa (ente nazionale protezione animali) interviene sul caso.

"Prendiamo atto della volontà manifestata dal Comune di Cervia di prevedere controlli rigorosi sugli animali nel circo che proprio in questi giorni è attendato nella città romagnola - spiegano da Enpa - Dal canto nostro, auspichiamo che l'amministrazione comunale tenga fede ai propri impegni e verifichi attentamente non solo lo stato di detenzione e le condizioni di salute degli animali ma, vista la recente morte di uno dei domatori della compagnia durante le prove del circo in provincia di Bari, accerti l'esistenza di misure a garanzia della pubblica sicurezza. In attesa che dal Ministero dei Beni Culturali arrivi la tanto attesa e tanto annunciata, ma anche tanto posticipata, riforma per un circo senza animali, speriamo che il no ai tendoni, prima che da leggi e regolamenti, venga dalle persone, cioè dai possibili spettatori. Non vedere gli spettacoli è un modo efficace per far capire alle aziende circensi che lo sfruttamento di tigri, orsi, leoni ed elefanti, oltre a essere eticamente inaccettabile, è economicamente penalizzante".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enpa lancia un appello contro il circo: "Non finanziate lo sfruttamento di tigri e orsi"

RavennaToday è in caricamento