rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Città in panico per il presunto adescamento di una bambina: ma è un falso allarme

Il messaggio, nel giro di poche ore, è diventato virale finendo rimbalzato da un gruppo all'altro e spaventando i genitori

Giovedì mattina ha iniziato a circolare in diversi gruppi Whatsapp e Facebook del ravennate un messaggio inquietante in cui si racconta di un tentato adescamento, da parte di un uomo su un'automobile, di una bambina all'uscita da scuola. Il messaggio, nel giro di poche ore, è diventato virale finendo rimbalzato da un gruppo all'altro e spaventando i genitori.

Le forze dell'ordine si sono immediatamente attivate fin dal pomeriggio di mercoledì e, dopo un'attenta indagine, hanno spiegato che dietro il presunto episodio di adescamento si nasconde in realtà un piccolo disguido familiare, un'incomprensione tra genitori che si è dilagata espandendosi. Nessun allarme pedofilo, dunque: la stessa scuola, informata della non gravità della situazione, ha deciso di non creare ulteriore panico con inutili allarmismi.

In ogni caso si raccomandano bambini e ragazzi, come sempre, a non dare confidenza agli estranei e ad avvertire immediatamente i genitori e le forze dell'ordine, tramite il numero d'emergenza 112, in caso di dubbi o situazioni di potenziale pericolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città in panico per il presunto adescamento di una bambina: ma è un falso allarme

RavennaToday è in caricamento