rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Qualità della vita, l'analisi dei dati: Ravenna bocciata su furti e rifiuti, promossa per salute e turismo

Ravenna ha guadagnato ben 22 posizioni rispetto al 2020, collocandosi al 29esimo posto. Tra alti e bassi, vediamo le posizioni della nostra provincia analizzate punto per punto

Nel "Rapporto sulla Qualità della Vita in Italia 2021" stilato da ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma, giunto alla 23esima edizione, Ravenna ha guadagnato ben 22 posizioni rispetto al 2020, collocandosi al 29esimo posto con un punteggio di 762,86. In Romagna è al top: la provincia di Forlì-Cesena, infatti, è in 37esima posizione, 8 posti sotto, mentre Rimini addirittura alla 61esima, con ben 32 posizioni di distacco. Tra alti e bassi, vediamo le posizioni della nostra provincia analizzate punto per punto.

Affari e lavoro

Ravenna scende in classifica nella sezione 'Affari e lavoro', passando dalla 13esima posizione del 2020 alla 30esima del 2021 (Forlì-Cesena è 15esima, Rimini 44esima). Posizione più bassa ma buona anche nella sottosezione sul tasso di occupazione, con Ravenna al 20esimo posto (nel 2020 era sesta), e parallelamente al 42esimo posto per tasso di disoccupazione. 51esima posizione per numero di start-up e Pmi innovative, 66esima per numero di imprese registrate per 100mila abitanti e 69esima per imprese cessate ogni 100 imprese attive.

Ambiente

Balzo in avanti per la nostra provincia nella sezione 'Ambiente': se nel 2020 era appena al 78esimo posto su 107, quest'anno sale al 36esimo (Rimini è al 16esimo e Forlì-Cesena al 21esimo). Resta stabile a metà classifica (55esima posizione) per quanto riguarda il superamento del limite orario previsto per il biossido di azoto, mentre peggiora ulteriormente per i superamenti del limite orario previsto per il PM10 (81esimo posto) e i superamenti del limite orario previsto per il PM2,5 (85esimo). Metà classifica per i consumi idrici pro capite (53esima posizione); molto peggio, invece, i consumi di energia elettrica, col ravennate al 100esimo posto. 

Ravenna resta tra le 10 province peggiori nella raccolta dei rifiuti, collocandosi al 101esimo posto (guadagnando una sola posizione rispetto al 2020). Un pochino meglio la raccolta differenziata, con Ravenna 64esima. Eccelle invece nel numero di auto elettriche e ibride, finendo sul podio in terza posizione (fanno meglio solo Macerata e Reggio Emilia), ma nell'offerta di trasporto pubblico è solo 70esima. Stabile anche la densità di piste ciclabili (50esima posizione) e la disponibilità di aree pedonali (30esima). Bene la disponibilità e la densità di verde urbano, con Ravenna rispettivamente 27esima e 30esima in classifica.

Reati e sicurezza

Bruttissimi dati quelli relativi alla sezione 'Reati e sicurezza': Ravenna è 99esima, appena una posizione sopra Foggia. Peggio di lei in Romagna fa Rimini, alla 105esima, mentre Forlì-Cesena è 68esima. A pesare in particolare è la sottosezione sugli omicidi colposi e preterintenzionali, col ravennate penultimo su 107 province preceduto da Forlì-Cesena e seguito da Ferrara; ma anche i tentati omicidi (83esima posizione), le lesioni dolose e percorre (94esima) e le violenze sessuali (95esima). Meglio i furti d'auto (39esima) e i sequestri di persona (44esima), male invece i reati legati al traffico di stupefacenti (87esima), lo sfruttamento della prostituzione (100esima), così come scippi e borseggi (90esima).

Ravenna si conferma tra le città più colpite dai 'topi d'appartamento': è al 105esimo posto per i furti in abitazione, peggio fanno solo Modena e Firenze. Non solo: il ravennate è 101esimo per il numero di rapine in banche e uffici postali e 75esimo per altre rapine. Male anche la sottosezione altri furti, con Ravenna 94esima, e le truffe e frodi informatiche (74esima). La nostra città si posiziona a metà classifica per le estorsioni (53esima).

Sicurezza sociale

Ravenna perde quasi 40 posizioni nella sezione 'Sicurezza sociale', passando dall'essere 52esima nel 2020 all'essere 91esima nel 2021. A pesare tanto sono gli infortuni sul lavoro (100esima posizione), ma anche i suicidi (95esima). Nei morti per tumore il ravennate è 63esimo, 40esimo invece per morti e feriti in incidenti stradali. Aumenta la mortalità rispetto al quinquennio 2015-2019, con la nostra provincia all'86esima posizione. Quest'anno tra le sottosezioni c'è anche quella relativa ai casi di Covid registrati ogni 1000 abitanti: anche qui Ravenna è verso il fondo alla classifica, 77esima. Per quanto riguarda il lavoro, invece, nel tasso di disoccupazione Ravenna si colloca 28esima.

Istruzione e formazione

8 punti di miglioramento nella sezione 'Istruzione e formazione' per Ravenna, che passa dalla 28esima posizione dello scorso anno alla 20esima. A pesare, tra i vari dati, è la partecipazione alla scuola dell'infanzia (Ravenna è quinta in Italia), le persone in possesso almeno di un diploma di istruzione secondaria (21esima). Per quanto rigaurda le persone in possesso di laurea, Ravenna è 42esima, nella sottosezione studenti con adeguate competenze alfabetiche è 37esima e nelle competenze numeriche 25esima.

Popolazione

Il ravennate è 59esimo nella sezione 'Popolazione', con il 65esimo posto per densità demografica, il 70esimo per i morti ogni 1000 residenti e l'84esimo per numero medio di componenti per famiglia.

Sistema salute

Ottimo collocamento, al 21esimo posto, per la città dei mosaici nella sezione 'Sistema salute'. In particolare, Ravenna è decima per il numero di posti letto in terapia intensiva e terapia intensiva neonatale, ma 73esima per posti letto in reparti di oncologia.

Tempo libero e turismo

Buona posizione anche nella sezione 'Tempo libero e turismo', con il ravennate 28esimo in Italia. Bene le strutture dedicate al turismo (30esima) e quelle dedicate al tempo libero (25esima). Non male la presenza di agriturismi (42esima posizione), meglio quella di alberghi (decima), di ristoranti (36esima) e di bar e caffè (35esima). Bene anche la presenza di sale cinematografiche (12esimo posto), metà classifica per la presenza di palestre (50esimo) e di librerie (57esimo) e un ottimo 13esimo posto per numero di associazioni ricreative, artistiche e culturali.

Reddito e ricchezza

Ravenna si aggiudica la top ten nella sezione 'Reddito e ricchezza', scalando la classifica e raggiungendo l'ottava posizione (l'anno scorso era 23esima). A incidere è soprattutto la ricchezza patrimoniale pro capite (19esima) il reddito medio disponibile pro capite (25esima), la retribuzione media annua del lavoratori dipendenti (38esima) e anche l'importo medio delle pensioni (29esima). Comprare casa a Ravenna è mediamente caro: nella sottosezione prezzo al metro quadro di un appartamento nuovo in zona semicentrale la città dei mosaici è 57esima (1575 euro al mq). Bene anche le sofferenze bancarie dei prestiti alle famiglie, con la nostra provincia in 12esima posizione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, l'analisi dei dati: Ravenna bocciata su furti e rifiuti, promossa per salute e turismo

RavennaToday è in caricamento