menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clima, gli studenti sostengono l'iniziativa 'Friday for Future' della 16enne svedese

L’iniziativa internazionale, partita dalla sedicenne svedese Greta Thunberg, coinvolgerà le scuole di tutto il Mondo con l’obiettivo di porre i temi ambientali al centro del dibattito politico in tutte le nazioni

I sindaci dei Comuni dell’Unione della Bassa Romagna sostengono e ascoltano le preoccupazioni degli studenti di Lugo e l’iniziativa “Lugo Friday for future”, che si svolgerà al Parco del Tondo il 15 marzo. L’iniziativa internazionale, partita dalla sedicenne svedese Greta Thunberg, coinvolgerà le scuole di tutto il Mondo con l’obiettivo di porre i temi ambientali al centro del dibattito politico in tutte le nazioni.

Nel corso dell’incontro promosso dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna fra gli studenti del Liceo e del Polo Tecnico con il meteorologo Luca Mercalli svoltosi lo scorso 25 gennaio, “Clima Ambiente Energia, le sfide del vostro futuro”, lo stesso Mercalli ha stimolato i ragazzi a sostenere Greta chiedendo di “non lasciarla sola e ad appoggiarla attivamente” e invitandoli a riflettere sugli effetti sul proprio futuro dei cambiamenti climatici.

Dal Progetto Europeo Life Primes emerge chiaramente che anche i nostri territori saranno fortemente soggetti agli effetti dei cambiamenti climatici. Dal 1961 al 2015 le temperature medie in Emilia Romagna sono aumentate di 0,4°C – 0,6°C e ciò ha determinato un aumento dei fenomeni estremi del 30%. I Comuni dell’Unione della Bassa Romagna sono da sempre attenti ai temi della sostenibilità ambientale al centro di progetti innovativi che coinvolgono tutta la cittadinanza quali “Futuro Green”, che sviluppa azioni mirate al risparmio energetico attraverso molteplici azioni rivolte a cittadini, professionisti, imprese e studenti. Inoltre in questi anni sono stati realizzati molteplici progetti di educazione alla sostenibilità promossi e realizzati dal Ceas Bassa Romagna. L’Unione ha inoltre sviluppato altre importanti iniziative quali la revisione degli strumenti urbanistici, che prevedono una riduzione di 600 ha delle aree potenzialmente fabbricabili a favore della ristrutturazione del patrimonio esistente e il Piano di Emergenza e di Protezione Civile che mira a rendere la popolazione più resiliente attraverso un percorso di coinvolgimento attivo dei cittadini. Le voci dei ragazzi non possono dunque restare inascoltate e incontrano pienamente il sostegno delle amministrazioni dei Comuni della Bassa Romagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento