rotate-mobile
Cronaca Faenza / Via Forlivese

Clonatore di bancomat preso in flagrante: condannato a 18 mesi

Sorpreso dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Faenza mentre stava applicando uno skimmer in plastica, il dispositivo che consente di impossessarsi dei codici di accesso delle carte elettroniche di ignari correntisti ed effettuare clonazioni di tessere bancomat

Sorpreso dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Faenza mentre stava applicando uno skimmer in plastica, il dispositivo che consente di impossessarsi dei codici di accesso delle carte elettroniche di ignari correntisti ed effettuare clonazioni di tessere bancomat. Un romeno di 24 anni, residente a Torino, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato sabato notte con l'accusa di danneggiamento di sistemi informatici o telematici di pubblica utilità.

L'episodio si è consumato allo sportello ATM di locale agenzia di istituto bancario di via Forlivese. Trascorse due notti in camera di sicurezza, l'individuo ha patteggiato 1 anno e 6 mesi di reclusione, 400 euro di multa, pena sospesa. Gli uomini dell'Arma ricordano "ai cittadini di prestare sempre massima attenzione quando si effettuano operazioni presso gli sportelli bancomat/postamat ovvero pagamenti con carte di credito (es.: presso impianti di distribuzione carburanti dotati di self service), in particolare alla fessura d’inserimento della carta per verificare eventuali anomalie o la presenza di microtelecamere puntate sulla tastierina alfanumerica; nel dubbio, è bene rivolgersi al 112".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clonatore di bancomat preso in flagrante: condannato a 18 mesi

RavennaToday è in caricamento