Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Cocaina e auto con un "vano segreto" nel cruscotto: in manette

Un 48enne albanese residente a Ravenna, privo di occupazione e già noto alle forze dell'ordine è finito arrestato per reati connessi al possesso di droga

Un 48enne albanese residente a Ravenna, privo di occupazione e già noto alle forze dell'ordine è finito arrestato per reati connessi al possesso di droga. Controllato in via Ravegnana dagli agenti della Sezione Antidroga della Questura di Ravenna, è stato trovato in possesso di un involucro contenente circa 50 grammi di cocaina. Vistosi scoperto, ha inizialmente cercato di gettarlo a terra nell’intento di disfarsene. Il tempestivo intervento degli agenti della Squadra Mobile  ha permesso di recuperare la droga che lo stesso teneva ancora in mano. 

Le successive perquisizioni effettuate presso la sua abitazione, dove lo stesso dimora con la famiglia,  hanno permesso di sequestrare materiale per il confezionamento, una bilancia elettronica di precisione e la somma contante di 1.700 euro, ritenuti provento dello spaccio. Su disposizione del Pubblico Ministero, l’uomo è stato condotto al carcere di “Port’Aurea” in attesa dell’udienza di convalida.

Nell’immediatezza, con il coordinamento della Procura della Repubblica, nei confronti dell’arrestato sono state adottate misure patrimoniali preventive sulla convalida delle quali dovrà pronunciarsi il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ravenna. Sono state sottoposte a sequestro, ai fini della confisca, due autovetture nella disponibilità del cittadino straniero. Una in particolare, è emerso essere stata  modificata strutturalmente nella parte del cruscotto, ricavandovi un vano, al quale era possibile accedere solo attraverso un congegno elettromeccanico di sblocco, che veniva utilizzato dall’indagato per l’occultamento ed il trasporto della droga. 

Questo è il secondo sequestro di tal genere in pochi mesi. Infatti, verso la fine del mese di settembre scorso, gli agenti dell’Antidroga avevano tratto in arresto, al casello di Faenza, padre e figlio entrambi cittadini albanesi provenienti dall’hinterland milanese che stavano trasportando circa un chilogrammo di cocaina. Anche in quel caso la vettura sequestrata era risultata modificata con un vano appositamente ricavato per nascondere lo stupefacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina e auto con un "vano segreto" nel cruscotto: in manette

RavennaToday è in caricamento