rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Feci ovunque, cani malati e cuccioli morti: scoperta casa da incubo

Qualche giorno fa l'Enpa di Ravenna (Ente nazionale di protezione animali) ha ricevuto una segnalazione che ha destato grande shock tra i volontari

Una scoperta da incubo, uno scenario raccapricciante che ha lasciato senza parole le persone intervenute. Circa 10 giorni fa l'Enpa di Ravenna (Ente nazionale di protezione animali) ha ricevuto una segnalazione che ha destato grande shock tra i volontari, che hanno subito richiesto - come da protocollo - l'intervento della Polizia Municipale e del servizio veterinario dell’Ausl allo scopo di accertare le condizioni di custodia di una quindicina di cani in località Coccolia. Gli animali in questione vivevano all’interno dell’abitazione di un'anziana, rimasta sola, e potevano usufruire del cortile antistante. La situazione presentatasi sabato scorso alla municipale e al veterinario è stata di assoluto degrado: "il cortile era ricoperto da escrementi non rimossi da tempo e nell’abitazione era presente un tanfo tremendo, nel mancato rispetto delle più elementari norme igienico-sanitarie - spiegano dall'Enpa - Per entrare nella proprietà della signora le forze di Polizia, insieme ai Carabinieri della forestale, hanno impiegato non pochi giorni, perché la stessa non consentiva l’accesso o non rispondeva al campanello, pur essendo in casa. Quando, dopo giorni, la signora ha consentito l’ingresso si sono accertate una serie di violazioni di legge davvero rilevanti: un caos assoluto circa i microchip inseriti negli animali, nonché la presenza di tre cuccioli morti a causa della parvovirosi, come poi accertato all’istituto zooprofilattico di Lugo dopo l'autopsia". All’interno della casa era presente, infatti, una cagna che aveva partorito da poche settimane, e alcuni cuccioli presentavano i sintomi della stessa parvovirosi

La signora è stata multata in quanto uno dei cani non era dotato di microchip. I veterinari dell'Ausl, tuttavia, non hanno riscontrato una situazione di sofferenza degli animali tale da poterli sottrarre immediatamente all'anziana, anche se è probabile che nei prossimi giorni si procederà alla rimozione della custodia dei 13 cani. Prima di poter procedere, infatti, bisognerà aspettare i rapporti dei veterinari e delle forze dell'ordine.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feci ovunque, cani malati e cuccioli morti: scoperta casa da incubo

RavennaToday è in caricamento