rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Faenza

Torna la cogestione al liceo Torricelli-Ballardini, tra giornate sulla neve e oltre 50 laboratori

Presentato il programma dell'iniziativa studentesca che si svolgerà il 30 e 31 gennaio. Tra gli ospiti Gian Carlo Minardi, il capitano dei carabinieri Alessandro Averna Chinnici e l'ex deputato Alberto Pagani

Laboratori di musica, di medicina e di manipolazione dell’argilla, nonchè una giornata sulla neve a Bretonico. Ritorna, dopo due anni, la co-gestione al Liceo Torricelli Ballardini di Faenza. Lunedì 30 e martedì 31 gennaio i circa 1800 studenti del polo liceale faentino prenderanno parte nella sede storica del ‘Gaetano Ballardini’ e nella sede del liceo scientifico ‘Francesco Severi’ agli oltre cinquanta laboratori organizzati dai rappresentanti d’Istituto. Due giornate scolastiche nel corso delle quali a salire in cattedra saranno rappresentanti della pubblica amministrazione, artisti, ingegneri, medici ed altri esponenti impegnati nel tessuto culturale, scientifico, musicale, artistico e sportivo del territorio. Materie non curricolari e approcci interdisciplinari meno didattici in un’iniziativa ricca di focus su temi di grande interesse per gli studenti del polo liceale.

“La cogestione è un’iniziativa che caratterizza il liceo da molti anni - ha specificato la preside Paola Falconi - era venuta meno durante il periodo pandemico ed oggi ritorna, ponendosi come un momento importante di ripresa della vita sociale, grazie alla collaborazione tra i docenti e gli studenti che hanno dimostrato grande capacità nell’organizzazione dell’iniziativa”.

“Saranno due giorni di laboratori - hanno detto i rappresentanti degli studenti Sofia De Santis, Marcello Isola, Emma Lucchesi ed Edoardo Argnani -. E’ stato complesso organizzare i laboratori che spaziano in tutte le aree del sapere umano. La parola chiave è stata semplificazione perchè nel corso degli anni è stata organizzata una cogestione sempre diversa e talvolta anche incontrollata. Volevamo quindi organizzarla bene per fare riscoprire la scuola sotto altri punti di vista. La risposta che abbiamo ricevuto dagli studenti è stata un’ampia partecipazione che ci ricompensa del lavoro svolto”.

Tra le iniziative che hanno riscosso più successo c’è inoltre la giornata sulla neve, a Bretonico, che vedrà un centinaio di studenti partecipanti, ma in generale i 59 laboratori proposti saranno molto seguiti. “Armocromia, forgiatura, Land Art, filosofia - dicono i rappresentanti -, poi ospiteremo ‘Faenza in 115 minuti’ a cura di Marco Santandrea. Parleremo di economia ed anche di alimentazione visto che cinque laboratori saranno a cura dell’Istituto Alberghiero di Riolo Terme”. 

Si parlerà anche di lotta alla mafia e tra gli ospiti ci sarà il comandante della compagnia dei Carabinieri di Faenza Alessandro Averna Chinnici. Per medicina e sanità interverranno tra gli altri Davide Zattoni, specialista in chirurgia e per l’Ausl la direttrice del distretto di Faenza Donatina Cilla. Non mancherà infine un laboratorio sulla geopolitica con il professor Alberto Pagani, deputato nella scorsa legislatura, e per lo sport interverrà tra gli altri Gian Carlo Minardi. Ricchissima inoltre sarà l’offerta culturale ed artistica con tanti laboratori che tratteranno arte contemporanea, filosofia, teatro e cinema, serigrafia, scultura e redesign, cosmesi, musica e scrittura. Laboratori anche su Pier Paolo Pasolini e di Dante Alighieri, e ci sarà inoltre un focus sul giardinaggio con gli studenti che cureranno il giardino del Liceo Scientifico.

“Sarà una bella occasione di confronto e di dialogo - ha detto il sindaco di Faenza Massimo Isola sull’iniziativa -. Due anni di pandemia hanno fatto danni e questa fascia anagrafica ha sofferto più di altre, ma al contempo questi anni sono stati generatori di tanta energia, e dietro questo programma credo ci sia voglia da parte dei ragazzi di recuperare tempo perduto”. L’assessore Martina Laghi, presente alla conferenza stampa di presentazione delle iniziative ha posto l’accento sul “coraggio degli studenti di mettersi in gioco e di lavorare in squadra” creando un’iniziativa “che va al di la delle competenze tecniche e teoriche che si apprendono a scuola”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la cogestione al liceo Torricelli-Ballardini, tra giornate sulla neve e oltre 50 laboratori

RavennaToday è in caricamento