rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca

False denunce dei redditi per favorire colf e badanti: nei guai venti persone

Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: questa l'accusa mossa dai Carabinieri a venti persone, al termine di un'inchiesta portata a termine dai militari del Comando Provinciale di Ravenna

Favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: questa l'accusa mossa dai Carabinieri a venti persone, al termine di un'inchiesta portata a termine dai militari del Comando Provinciale di Ravenna e dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Ravenna in servizio presso la Direzione Territoriale del Lavoro, diretta dal Dott. Andrea Fiordelmondo, con il coordinamento del Sostituto Procuratore Lucrezia Ciriello

DENUNCE DEI REDDITI CONTRAFFATTE - I  Carabinieri del N.I.L., su segnalazione dello Sportello Unico per l’Immigrazione presso la Prefettura – U.T.G. di Ravenna, hanno esaminato la documentazione fiscale prodotta da alcuni datori di lavoro che nel settembre 2009, a seguito della procedura di emersione inserita nel cosiddetto 'pacchetto anticrisi', avevano presentato domande di regolarizzazione di colf e badanti. I Carabinieri hanno accertato la contraffazione delle denunce dei redditi, aumentate per consentire di superare il limite minino dei ventimila euro, necessario ad ottenere il beneficio.

DA IRREGOLARI A REGOLARI - Le indagini dell’Arma, durate oltre un anno,  hanno consentito di deferire in stato di libertà un noto commercialista e consulente del lavoro di Ravenna a cui si rivolgevano i datori di lavoro per far “lievitare”, appunto, i redditi. Nel corso della perquisizione presso lo studio del consulente, eseguita dai Carabinieri su disposizione dalla Procura della Repubblica, è stato rinvenuto e sequestrato notevole materiale probatorio. Il sistema di presentazione delle false denunce dei redditi ha consentito ai cittadini extracomunitari di risultare regolarmente nel territorio nazionale, avviando l’iter previsto per il regolare rilascio del permesso di soggiorno. Il professionista ravennate è stato inoltre sospeso dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False denunce dei redditi per favorire colf e badanti: nei guai venti persone

RavennaToday è in caricamento