menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comuni ricicloni, la classifica di Legambiente: "sacco nero" per Ravenna

"Si tratta di situazioni che ancora non stanno mettendo in atto politiche di vera innovazione nei sistemi di gestione - evidenzia Legambiente - e che pesano sul fabbisogno di impianti di incenerimento e discarica"

In testa tra le citta' capoluogo c'e' Ferrara, con l'82,1% di raccolta differenziata e 110,2 chilogrammi per abitante all'anno di rifiuti avviati a smaltimento. Ma tra le zone virtuose dell'Emilia-Romagna segnalate dalla classifica dei Comuni "ricicloni" edizione 2020 ci sono anche l'intera provincia di Parma e Ferrara, seguite da Reggio Emilia. "Forti ritardi" invece, a livello di citta', a Bologna, Piacenza e Modena. Secondo Legambiente ci sono zone che non raggiungeranno gli obiettivi fissati dalla Regione nemmeno a fine 2020, "per l'immobilismo nella gestione". Ravenna si aggiudica invece il "sacco nero" a livello provinciale: nessun Comune scende sotto i 200 chili di rifiuti per abitante a smaltimento. "Si tratta di situazioni che ancora non stanno mettendo in atto politiche di vera innovazione nei sistemi di gestione - evidenzia Legambiente - e che pesano sul fabbisogno di impianti di incenerimento e discarica".

I singoli Comuni che svettano nelle classifiche si trovano nella bassa modenese e nell'area del forlivese recentemente passata alle modalita' di raccolta porta a porta. Proprio in questi Comuni si registrano gli scostamenti positivi piu' alti riscontrati nel 2019. Un percorso che ha ridotto di circa 100.000 tonnellate i rifiuti ulteriori da avviare agli inceneritori della regione. Tanti, comunque, i Comuni virtuosi che hanno raggiunto con un anno di anticipo i risultati fissati dalla legge regionale sull'economia circolare (cioe' meno di 150 kg per abitante mandati a smaltimento ed il 73% di raccolta differenziata): si tratta di quasi 130 amministrazioni per circa due milioni di abitanti. "Sui rifiuti urbani i cittadini stanno facendo grandi sforzi- segnala ancora Legambiente- servono risultati analoghi anche per gli scarti dell'industria".

Le amministrazioni premiate

Tra i Comuni sotto i 5.000 abitanti, Civitella di Romagna (Forli'-Cesena) e' il primo per minor quantitativo pro capite di rifiuti avviati a smaltimento (34,1 kg per abitante all'anno), seguito da Camposanto (Modena) con 48 kg per abitante all'anno di rifiuti avviati a smaltimento e Bastiglia (Modena) con 50,5. Per la migliore percentuale di raccolta differenzita primo e' il Comune di San Possidonio (Modena) con 92,1%. Nella categoria dei Comuni tra 5.000 e 25.000 abitanti, si aggiudica il primo posto per i minori quantitativi di rifiuti a smaltimento San Prospero, sempre Modena, con 41,4 chili per abitante all'anno, seguito da Concordia sulla Secchia (Modena) con 51,8 e Medolla (Modena) con 54,4.

Sulle performance per la migliore % di Rd si aggiudica il primo posto sempre Medolla con 92,3% di raccolta differenziata. Infine, per la categoria dei Comuni oltre i 25.000 abitanti abbiamo al primo posto Castelfranco Emilia (Modena) con 61,5 chili per abitante all'anno di rifiuto avviato a smaltimento seguito da Carpi con 71,8 e Vignola con 87,7. Sulla migliore percentuale di raccolta differenziata il primo posto e' assegnato sempre al comune di Castelfranco Emilia (Modena) con 86,6% di raccolta differenziata. Per la classifica relativa ai Comuni che hanno registrato un maggiore incremento della quota di differenziata dal 2018 c'e' sempre Civitella di Romagna (Forli'-Cesena) (+60,6 %) seguito da Predappio (Forli'-Cesena) che registra un +53,5% e Galeata (Forli'-Cesena) con +53,4%.

Festeggia il Comune di Ferrara, con l'assessore all'Ambiente Alessandro Balboni presente al talk show online organizzato da Legambiente per le premiazioni. "Grazie ai ferraresi e al loro impegno nella raccolta differenziata, i risultati premiano gli sforzi loro e dell'amministrazione", commenta l'assessore. Ora, sottolinea l'esponente dell'amministrazione ferrarese, "e' necessario continuare in questa direzione consolidando i risultati e, al contempo, portare i temi ambientali tra giovani e giovanissimi con apposite campagne di educazione e sensibilizzazione su questi argomenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento