menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: Sara Fossati

Foto: Sara Fossati

"Andate tutti all'inferno": una grande festa per il raduno degli Zen Circus

La band toscana ha intrattenuto il pubblico con i suoi pezzi più celebri ma anche con cover, come quella di 'Molly's lips' dei Nirvana, e qualche perla del passato

Hanno fatto ballare tutta Montaletto con la loro tradizionale festa di fine tour, che ogni due anni si svolge in zona Villa Inferno, gli Zen Circus, che sabato sera si sono esibiti al Bike Bar Cinetico di Montaletto in quello che è stato per loro il sesto raduno nella località cervese. Un momento speciale di unione fra il circo zen e i suoi sostenitori più accaniti. La band toscana ha intrattenuto il pubblico con i suoi pezzi più celebri ma anche con cover, come quella di 'Molly's lips' dei Nirvana, e qualche perla del passato. L'apertura del concerto è andata invece a Io e la tigre e a La tosse grassa.

"Le regole sono sempre le stesse: più voi fate casino, più noi facciamo casino - spiega il cantante Andrea Appino al microfono poco prima di improvvisare uno stage diving su di un materassino sopra al pubblico - A Villa Inferno questo vale il doppio!". Nel 2006 la band, di ritorno da un concerto nel ravennate, si perdette fino a imbattersi nel cartello stradale che indicava la piccola frazione cervese. Affascinati dal nome 'infernale', il gruppo ha poi dedicato a Villa Inferno addirittura un album e l'ha scelta come luogo per il raduno biennale. Non è un "concerto" insomma, è inteso più come una festa fra amici, un compleanno anomalo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento