rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cervia

Concessioni balneari, i bagnini di Cervia in assemblea per discutere sulle prospettive future

I bagnini cervesi si incontrano per ragionare sulla sentenza del Consiglio di Stato in merito alla Direttiva Bolkestein

“Bolkestein 2023: quali prospettive dopo la sentenza del Consiglio di Stato”. Questo è il tema che sarà affrontato nell’Assemblea generale straordinaria convocata dalla Cooperativa bagnini di Cervia venerdì 26 novembre (alle 14,30) all’Hotel Dante di Cervia. Saranno presenti l’Assessore regionale a mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo e commercio Andrea Corsini e il giornalista Alex Giuzio di Mondo Balneare, esperto del settore.

La necessità nasce dalla recente sentenza del Consiglio di Stato - l’organo che rappresenta il secondo e ultimo grado di giudizio nella giustizia amministrativa - che ha definito la non validità delle norme attualmente in vigore per le concessioni demaniali marittime, con cui lo Stato dà in concessione ai privati le coste del nostro Paese. In breve: le concessioni oggi in vigore sono prorogate solo fino al 2023. Dall’anno successivo dovranno essere messe a gara per rispettare le regole europee, in particolare la cosiddetta Direttiva Bolkestein.

La Cooperativa cervese ha deciso di riunire in urgenza i suoi 200 soci, titolari delle concessioni, per avviare un confronto su stato delle cose e sulle prospettive future. Gli argomenti dell’Assemblea saranno: quali conseguenze, a seguito della sentenza, su trattative, contratti e forniture, e come affrontarle; qual è la situazione di rinnovo delle concessioni demaniali; quale futuro delle imprese balneari; quale legge necessita il sistema balneare oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concessioni balneari, i bagnini di Cervia in assemblea per discutere sulle prospettive future

RavennaToday è in caricamento