Gli chef del futuro si sono sfidati a Cervia: per l'Italia quattro medaglie d'oro

Al termine della serata la dirigente Gatti dell’istituto cervese ha passato il testimone a Aysegul Yesildaglar, preside della Docklands Academy di Londra che nel 2016 ospiterà la prossima edizione del Concorso internazionale Aeht

Chiusura “ad effetto” per il 28esimo Concorso internazionale Aeht che dal 5 al 10 ottobre ha riunito a Cervia le migliori scuole alberghiere del mondo. Grazie alla grande disponibilità dell’Aeronautica Militare Italiana, infatti, la coreografica cerimonia finale si è svolta in un gigantesco hangar della base aerea di Pisignano con la partecipazione di numerose autorità, ospiti di prestigio e 800 studenti festanti provenienti da 30 paesi. Ospite di rilievo è stato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, il quale ha ricordato l’importanza delle scuole alberghiere che preparano i giovani ad una professione di grande responsabilità e prestigio per l’immagine del made in Italy nel mondo. 

“Gli chef italiani, infatti – ha aggiunto il Ministro – si collocano oggi ai vertici della cucina mondiale e sono i primi ambasciatori delle eccellenze enogastronomiche del Bel Paese”. “L’iniziativa di Cervia – ha concluso Poletti – risponde perfettamente all’esigenza, oggi più che mai attuale, di rafforzare sempre più il rapporto tra scuola e lavoro, puntando anche sul confronto ad ampio raggio tra alunni di diverse provenienze per esaltarne le capacità tecniche e le conoscenze disciplinari”. Momento clou della serata è stata la premiazione dei vincitori delle 11 gare del 28° Concorso Aeht: il medagliere ha visto al primo posto l’Olanda con 21 medaglie di cui 6 ori, seguita dall’Austria con 18 medaglie, di cui 6 ori, e l’Italia con 16 medaglie, di cui 4 ori. I quattro “atleti” italiani che hanno trionfato nell’agguerrita competizione internazionale provenivano dagli istituti “Scappi” di Castel San Pietro terme, “Pertini” di Brindisi, “Celletti” di Formia e “Vergani” di Ferrara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tracciando il bilancio della manifestazione, la dirigente dell’Istituto “Tonino Guerra” di Cervia, Carla Maria Gatti, ha rilevato come “il Concorso Aeht 2015 ha posto in stretta relazione metodi diversi di insegnamento e differenti culture in un coinvolgimento comune di grande impegno ma di pari soddisfazione per l’alto livello tecnico della competizione”. “Nello stesso tempo – ha concluso Gatti – non va sottaciuto l’importante azione di valorizzazione del nostro territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche”. Al termine della serata la dirigente Gatti dell’istituto cervese ha passato il testimone a Aysegul Yesildaglar, preside della Docklands Academy di Londra che nel 2016 ospiterà la prossima edizione del Concorso internazionale Aeht.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Schianto all'incrocio tra un'auto e un bus con a bordo i passeggeri

  • Colpiti da un'auto mentre vanno in bici: due ciclisti in ospedale

  • Staff a contatto con un soggetto a rischio Coronavirus: il sushi chiude

  • Pulizie accurate e addio buffet: per hotel e camping "questo sarà un anno da dimenticare in fretta"

  • La dura scelta controcorrente del barista: "Il bar è la mia vita, ma riaprire vorrebbe dire fallire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento